Scienze

Consigli per gli acquisti secondo Twitter

La pubblicità su Twitter è carissima!

I “promoted tweets”, introdotti lo scorso aprile in via sperimentale, sono dei normali “cinguetii” che compaiono in cima alla pagina dei risultati delle ricerche in Twitter. E, dati alla mano, costano davvero un botto.

“La pubblicità su Twitter costa un botto: 100.000 dollari”

Costosi cinguetii - Dopo qualche mese di rodaggio, Twitter passa alla seconda fare del progetto “promoted tweet”, ossia quello della “monetizzazione”. L’obiettivo dichiarato è consentire agli inserzionisti paganti di aumentare il loro seguito di follower e, di conseguenza, la visibilità del loro brand e dei loro nuovi prodotti sul mercato. Quanto costa far comparire i propri cinguettii in cima ai risultati delle ricerche sul social? Un botto: 100.000 dollari. Non proprio un investimenti per comuni aziende quanto piuttosto per brand abituate a spendere simili cifre per campagne di marketing come, per esempio, Coca Cola o Red Bull.

Social che conquista - I “promoted tweets” sembrano avere un CTR (click through rate) superiore, ossia un numero maggiore di persone che cliccano sul link della pubblicità rispetto alla stragrande maggioranza dei siti web. Un tweet “sponsorizzato”, seppure ben riconoscibile tra risultati di ricerca, è un normale tweet a cui è possibile rispondere e ritwittare e sarà forse per questo motivo per cui gli utenti non lo considerano alla stessa stregua di un invadente banner pubblicitario. La prossima mossa di Twitter, a questo punto, è quella di estendere la propria visibilità oltre i confini del suo social invadendo anche i client di Twitter come TweetDeck e HootSuite.

Vip su Twitter. Guarda la gallery!

28 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us