Scienze

Conferenza stampa a sorpresa di Apple sull’iPhone 4

Steve Jobs si decide a spiegarci cosa succede...

Non è più possibile tergiversare: Apple decide di vuotare il sacco sulla questione dell’antenna dell’iPhone 4. Quando? Venerdì 16 luglio nel corso di una conferenza stampa in “edizione straordinaria”. Sono già partite le scommesse su cosa dirà Steve Jobs.

“Tra le ipotesi anche un maxi-ritiro dell’iPhone 4”

Maledetta antenna – Alzi la mano chi non è a conoscenza dei problemi di ricezione dell’iPhone 4? Nessuno? Ormai quando si pensa al nuovo melafonino, le meraviglie del multitasking e del magico display Retina passano in secondo piano a causa di quella famigerata antenna che perde tacche quando viene impugnata toccando con due dita i suoi punti più sensibili. Così, l’influente associazione dei consumatori americani Consumer Reports boccia il nuovo gioiellino di Steve sconsigliandone l’acquisto, le azioni di Apple traballano in borsa, all’orizzonte si prospettano minacciose delle class action, e l’azienda di Cupertino inizia a perdere le staffe cancellando qua e là commenti negativi sul suo forum ufficiale.

Toto-Apple – Cosa dirà Steve Jobs? Bella domanda. Lo sapremo solo con certezza domani alle 10:00 (ora della California), ossia alle 19:00 in Italia. Potrebbe annunciare che la “pezza” di iOS4 è pronta e che i problemi di ricezione sono spariti, oppure che regalerà a tutti una custodia in gomma (o un rotolo di scotch) per tamponare il problema. C’è però chi sostiene anche che potrebbe optare per un maxi-richiamo in stile Toyota dal costo stimato di 1,5 miliardi di dollari. A questo punto non mi resta che dirvi di drizzare le “antenne” domani!!

iPhone 4: guarda la gallery!

15 luglio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us