Scienze

Come si formano le nuvole

Un video mostra come vapore e nanoparticelle minerali si combinano fino a diventare cirri.

Se alzando gli occhi vedete il cielo segnato da batuffoli sfilacciati di nuvole, probabilmente state guardando dei cirri, nuvole che si formano nell'alta troposfera, tra 5.000 e 13.000 metri di altitudine. Il modo e le condizioni in cui si formano queste e tutte le nuvole, in generale, sono teoricamente noti, ma solamente adesso si è potuto assistere in laboratorio ai primi istanti di vita di ciò che poi, aggregandosi, diventerà nuvola.

Mettendo insieme diverse competenze, un team di ricercatori ha realizzato uno speciale strumento modificando un microscopio elettronico a scansione ambientale (ESEM, da Environmental Scanning Electron Microscope) in modo da permettere l'osservazione (indiretta) di elementi in un ambiente gassoso mantenuto, nella camera di contenimento, a specifici valori di temperatura, pressione e umidità - definiti, in questo caso, in relazione al tipo di nuvola.

Per vedere e documentare la formazione dei cirri, i ricercatori hanno infine rifornito l'ESEM degli ingredienti di base: particelle minerali e vapore acqueo.

Ciò che mostra il video è come, nelle condizioni tipiche di 6.000 metri di quota, le particelle grandi appena 50 nanometri (miliardesimi di metro) sono attratte dal vapore acqueo che, congelato sulla loro superficie, crea i primi cristalli di ghiaccio del cirro. I ricercatori, che hanno pubblicato il loro lavoro su Physical Chemistry Chemical Physics (sommario, in inglese), fanno rilevare che lo strumento e il metodo possono dare un importante contributo per comprendere meglio come la formazione delle nuvole possa influenzare il clima della Terra.

25 dicembre 2016 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us