Come si formano le nuvole

Un video mostra come vapore e nanoparticelle minerali si combinano fino a diventare cirri.

Come nascono le nuvole.

Se alzando gli occhi vedete il cielo segnato da batuffoli sfilacciati di nuvole, probabilmente state guardando dei cirri, nuvole che si formano nell'alta troposfera, tra 5.000 e 13.000 metri di altitudine. Il modo e le condizioni in cui si formano queste e tutte le nuvole, in generale, sono teoricamente noti, ma solamente adesso si è potuto assistere in laboratorio ai primi istanti di vita di ciò che poi, aggregandosi, diventerà nuvola.

 

Mettendo insieme diverse competenze, un team di ricercatori ha realizzato uno speciale strumento modificando un microscopio elettronico a scansione ambientale (ESEM, da Environmental Scanning Electron Microscope) in modo da permettere l'osservazione (indiretta) di elementi in un ambiente gassoso mantenuto, nella camera di contenimento, a specifici valori di temperatura, pressione e umidità - definiti, in questo caso, in relazione al tipo di nuvola.

 

Per vedere e documentare la formazione dei cirri, i ricercatori hanno infine rifornito l'ESEM degli ingredienti di base: particelle minerali e vapore acqueo.

 

Ciò che mostra il video è come, nelle condizioni tipiche di 6.000 metri di quota, le particelle grandi appena 50 nanometri (miliardesimi di metro) sono attratte dal vapore acqueo che, congelato sulla loro superficie, crea i primi cristalli di ghiaccio del cirro. I ricercatori, che hanno pubblicato il loro lavoro su Physical Chemistry Chemical Physics (sommario, in inglese), fanno rilevare che lo strumento e il metodo possono dare un importante contributo per comprendere meglio come la formazione delle nuvole possa influenzare il clima della Terra.

 

25 Dicembre 2016 | Focus.it