Scienze

Come eliminare il Coronavirus dalle superfici

L'università Ca' Foscari di Venezia testa una molecola per eliminare il Coronavirus dalle superfici. La scommessa è produrre una proteina di origine vegetale a lunga resistenza per eliminare SARS-CoV-2 dalle superfici.

È quello che si chiedono tutti: come posso pulire la casa con un disinfettante che neutralizzi il Coronavirus SARS-CoV-2? Nelle scorse settimane c'è stata la corsa all'alcol che è una barriera efficace ma di breve durata. L'alcol, essendo un solvente, quando viene a contatto con i virus, modifica e altera la struttura chimica delle loro proteine, impedendo a queste sostanze di svolgere le loro funzioni. Le proteine si trovano in tutti gli organismi viventi e sono essenziali per la vita. In pratica l'alcol, distruggendo queste sostanze, uccide i virus. Il problema è che l'alcol dopo qualche minuto evapora e la sua efficacia è limitata.

Adesso l'università Ca' Foscari di Venezia e la start up biotecnologica Delphinus Biotech vogliono testare un prodotto la cui efficacia duri per più giorni. Si tratta di una molecola antivirale di origine vegetale, chiamata Bellerofast. L'obiettivo è di creare una trappola biologica che non evapori subito, che isoli il virus e ne distrugga la membrana esterna. Funzionerà? È ciò che ci si aspetta dalla sperimentazione. «Le nostre simulazioni ci dicono che il sistema funziona. Nel giro di qualche giorno saremo in grado di testare Bellerofast sul virus vero e proprio in laboratori specializzati a Padova e Trieste, per poi avviare la produzione» spiega Alessandro Paparella, biologo della Delphinus Biotech.

In caso di risultato positivo, l'azienda ha deciso di concedere al governo italiano la licenza di produzione fino alla fine dell'emergenza sanitaria in corso.

1 aprile 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us