Scienze

Come e perché è finita l’ultima era glaciale

17.000 anni fa, l'ultima era glaciale è finita a causa di due secoli di eruzioni vulcaniche in Antartide.

Uno degli interrogativi della scienza ancora senza risposta riguarda le cause che posero fine alle glaciazioni: ci sono diverse ipotesi, ma nessuna spiega il fenomeno in modo esaustivo. Ora però un nuovo studio potrebbe risolvere definitivamente la questione: secondo una ricerca coordinata da Joseph McConnell (Desert Research Institute, Nevada), pubblicata su PNAS, 192 anni di eruzioni vulcaniche in Antartide hanno dato inizio al grande disgelo, la fine dell’ultima era glaciale, circa 17.700 anni fa.

Spiega McConnell che «le dettagliate misure chimiche sulle carote di ghiaccio estratte in Antartide dimostrano che le eruzioni avvenute in prossimità del vulcano Takahe coincidono esattamente con l’inizio di un rapido e diffuso disgelo nell’emisfero australe e con l’inizio di crescenti concentrazioni di gas serra».

era glaciale, vulcani, eruzioni vulcaniche, geologia, climatologia
Glaciazioni e disgelo sono guidate da cicli solari, oltre che da fenomeni terrestri quali la concentrazione di gas serra in atmosfera.

Il Sole e l'effetto serra. Circa 17.000 anni fa è successo qualcosa di molto importante a livello climatico nel sud del pianeta: una serie di eventi "registrati" nelle rocce, nei fossili e in altri archivi paleoclimatici. Vi sono stati uno spostamento verso il Polo dei venti occidentali che circondano l’Antartide, una variazione della circolazione oceanica e una maggiore ventilazione degli oceani più profondi.

«Sappiamo che il rapido cambiamento climatico è stato almeno in parte innescato da una variazione dell'irraggiamento solare», spiega il ricercatore: «è noto che i cicli glaciali e interglaciali sono guidati dal Sole, ma i gas serra devono aver avuto un ruolo fondamentale. Le eruzioni avvenute in quel periodo hanno creato un buco dell’ozono simile a quello dei nostri giorni, che ha portato a profondi cambiamenti nella circolazione atmosferica e oceanica dell’emisfero meridionale della Terra. L'irraggiamento, la riduzione dell'ozonosfera e i gas serra immessi in atmosfera dai vulcani hanno determinato una veloce trasformazione del clima: da glaciale a interglaciale.»

era glaciale, vulcani, eruzioni vulcaniche, geologia, climatologia
Il ritiro dei ghiacci ha provocato profondi cambiamenti nella circolazione dei venti e delle correnti oceaniche.

Una carota lunga 3,5 km. Lo studio si basa sull'analisi di una particolare carota di ghiaccio (un campione di ghiaccio frutto di una perforazione profonda quanto lo spessore del ghiacciaio) prelevata in prossimità dell’Ice Sheet Divide (regione dell'Antartico occidentale), che raggiunge i 3.405 metri di spessore.

L'elaborazione dello scenario si basa sugli oltre 30 elementi chimici rilevati e sulla precisione degli strumenti, che permette di effettuare misure in "parti per quadrilione" (un milione di miliardi: 10^15): i ricercatori sono cioè in grado di individuare un grammo di un elemento su 1.000.000.000.000.000 di grammi di ghiaccio.

«L'analisi del materiale recuperato dalla carota ci ha permesso di identificarne l'origine nell'area del vulcano Takahe, che si trova a 350 chilometri a sud del luogo del prelievo», ha spiegato Monica Arienzo, che ha partecipato al progetto.

Lo studio si è spinto anche più in là: i ricercatori hanno stimato che, ai nostri giorni, una simile sequenza di eruzioni provocherebbe un tale e rapido aumento della temperatura della Terra da compromettere la nostra civiltà e gran parte della vita sul pianeta.

7 settembre 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us