Scienze

Combatte i furti di identità, la fregano a lui

Manager della sicurezza si fa fregare dati.

Sembra una barzelletta, ma è una notizia made in Usa: il capo dei capi della LifeLock, azienda specializzata nel contrastare i furti di identità, ha pubblicizzato il suo business pubblicando, online e non solo, i suoi dati personali. Il risultato? Gli hanno rubato l'identità ben 13 volte.

“Mr. Davis ha fatto uno spot usando i suoi dati veri”

Famigerata assistenza sociale - Per incrementare il fatturato della LifeLock il signor Davis ha pubblicato in homepage il suo numero di Previdenza Sociale, che è probabilmente il dato sensibile con maggior valore negli Stati Uniti d'America: è alla base di qualsiasi richiesta o sottoscrizione di documenti, crediti, servizi. Sia pubblici, che privati.

Aggressiva campagna pubblicitaria - Non contento di ciò, si è anche prodigato in una campagna di pubblicità sul campo. Il manager è andato in giro a distribuire l'importante dato personale a chiunque incontrasse: il numero di previdenza era stampato sui volantini e serigrafato sulle pareti di un camion a spasso per le strade.

Il risultato - Come riporta il giornale locale Phoneix News Times, il povero Signor Davis non ha però fatto un'ottima pubblicità al suo business, anche se ora tutti ne parlano: gli hanno rubato l'identità 13 volte. Coi suoi dati i delinquenti hanno aperto conti, crediti, con importi di centinaia o poche migliaia di dollari.

E ora chi si fida? - La LifeLock, che come riporta il giornale non ha voluto commentare l'argomento, promette ai propri clienti americani di controllare che nessuno riesca a rubare la loro identità per commettere crimini. I servizi sono molteplici e passano dal controllo delle linee di credito aperte, alla cancellazione da elenchi pubblici e privati eventuali dati sensibili e personali, al controllo delle residenze passate, delle liste di proscrizione bancarie e via dicendo. E, se comunque vi rubassero l'identità, la LifeLock vi assicura un rimborso fino a un milione di dollari. Chissà se l'azienda li ha versati anche al suo manager.

19 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us