Scienze

Chiude uno dei più grossi siti di spam al mondo

Niente più Spamit nella tua casella!

Gli ultimi dati disponibili online dicono che lo Spam è un fenomeno inarrestabile, arrivato a circa l’88% del traffico globale di e-mail. Ma c’è una buona notizia: Spamit, un programma di affiliazione per spammer professionisti, chiude i battenti tra pochi giorni.

“Finalmente una buona notizia nelle caselle di posta: niente più spam da Spamit”

Viagra e affini – Il programma si rivolgeva agli spammer e ai molestatori informatici di tutto il mondo, per intasare le caselle di posta di milioni di ignari utenti con promozioni e sconti per l’acquisto di farmaci, rimandando ad alcuni fantomatici negozi online. Adesso sul sito è presente un comunicato, che si rivolge ai propri affiliati e decreta la chiusura delle molestie entro la fine di settembre.

Fregatura online - Le mail di Spamit promuovevano una sorta di fantomatica e ubiqua “Canadian Pharmacy” per acquistare, senza prescrizione, le medicine che invece richiedono di prescrizione e ricetta medica. In realtà, stando alle ricerche effettuate dagli esperti in materia, i medicinali sponsorizzati dalle moleste e-mail di spam, arrivavano da paesi molto distantei dal Canada, come India e China.

Il motivo dell’abbandono – Nel comunicato online per gli spammer, si parla della “crescente attenzone” a riguardo del programma di affiliazione e del traffico generato dalle e-mail. Probabilmente uno dei soggetti ha focalizzato l’attenzione sul produttore di queste mail spazzatura ha citato Spamit in giudizio. I maggiori studiosi del fenomeno spam e le aziende di sicurezza informatica si chiedono ora se, dopo la chiusura di Spamit, dal primo di ottobre arriveranno meno e-mail spazzatura sui computer di tutto il mondo.

I signori del web. Guarda la gallery!

27 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us