Scienze

Chi vincerà il Premio Nobel per l'Economia 2015?

Crisi economica, sperimentazione e teoria delle decisioni: sono questi gli studi tra i quali, secondo Thomson Reuters,  potrebbe essere scelto il Premio Nobel per l’Economia 2015.
 

Il prossimo 12 ottobre la Nobel Foundation renderà noto il nome del vincitore 2015 del prestigioso riconoscimento in campo economico. Secondo Thomson Reuters, che dal 2004 analizza le pubblicazioni scientifiche a caccia degli autori più influenti nelle diverse discipline, la rosa dei potenziali vincitori è ristretta a 3 candidati. Ecco chi sono e di che cosa si sono occupati.

Politica e famiglia. Sir Richard Blundell (University College e Institute for Fiscal Studies di Londra), potrebbe ricevere l'ambito premio per i suoi studi in macroeconomia, negli ultimi anni focalizzati sul rapporto tra scelte politiche, mercato del lavoro e consumi delle famiglie nei periodi di crisi economica.

Economia reale. John A. List (University of Chicago) è in lizza per aver sviluppato un approccio empirico alla sperimentazione in ambito economico. List è riuscito a mettere a punto dei test in grado di verificare nel mondo reale se i normali comportamenti degli individui sono coerenti con la teoria economica.

Teoria delle decisioni. Charles F. Manski (Northwestern University, Illinois) si è distinto per aver spiegato i limiti delle decisioni sulle politiche sociali e delle previsioni soggette a conoscenze parziali. Manski si è concentrato sul modo in cui le persone scelgono tra diverse alternative quando solamente una sarà mai nota.

Vedi anche

30 settembre 2015 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us