Speciale
Domande e Risposte
Scienze

Gravità: che cos'è per gli scienziati di ieri e di oggi?

Nonostante i grandi progressi di Einstein, la gravità resta misteriosa. Spieghiamo l'evoluzione della legge gravitazionale a partire da Aristotele.

Il modo in cui vediamo la gravità è in continua evoluzione e, nel tempo, ha dato vita a vere rivoluzioni scientifiche. Tra l'altro, non è neppure bastato il genio di Einstein per svelarne tutti i segreti. Vediamo come si è evoluta la teoria gravitazionale nei secoli, a partire da Aristotele, per continuare con Isaac Newton, Albert Einstein e con gli scienziati della nostra epoca. Quale sarà la prossima teoria sulla gravità?

Aristotele (IV sec. a.C.). Per Aristotele, la gravità è la qualità dei corpi che si muovono naturalmente verso il basso (mentre i fenomeni celesti, considerati di natura diversa, sono regolati da altre leggi).

Isaac Newton (1600). La legge della gravitazione universale di Newton unifica fenomeni terrestri e celesti con una precisa formulazione matematica. La forza gravitazionale che due oggetti qualsiasi - pianeti, stelle o anche pietre e polvere - esercitano tra loro, è proporzionale al prodotto delle loro masse e all'inverso del quadrato della distanza reciproca. Questa legge ha avuto tanto successo nel descrivere il movimento di stelle e pianeti che ha dato origine a una visione meccanicistica dell'universo, visto come un grande orologio.

Albert Einstein (1900) Per Newton, però, la gravità è una forza istantanea. E questo contraddice il principio secondo cui nulla può propagarsi a velocità superiore a quella della luce. La soluzione è l'equazione di campo di Einstein, molto più complessa, che costituisce il cuore della Relatività generale. La nuova formula dice che la curvatura dello spazio-tempo è determinata dalla distribuzione di massa e di energia nell'universo; e viceversa è rappresentata la deformazione dello spazio-tempo prodotta dal Sole e dalla Terra.

Chi sarà l'erede di Einstein? Sappiamo che la Relatività non offre la risposta definitiva al mistero della gravità. Il problema è che le equazioni di Einstein – che descrivono meravigliosamente stelle e galassie – sono incompatibili con la meccanica quantistica - o teoria dei quanti - che descrive il mondo microscopico. Per questo, da decenni, si sta cercando una formulazione più generale, una gravità quantistica in grado di descrivere proprio quel che avviene nei buchi neri, e che avvenne nel Big Bang, dove la Relatività fallisce. Ci stanno lavorando, o ci hanno lavorato, le migliori menti del Pianeta, da Stephen Hawking a Roger Penrose, da Ed Witten (con la Teoria delle stringhe) a Carlo Rovelli (con la Loop Quantum Gravity).

Chi sarà, dunque, l'erede di Einstein?

Tratto da Un rompicapo chiamato gravità, di Andrea Parlangeli, pubblicato su Focus 353 (marzo 2022). Leggi il nuovo Focus in edicola!

17 marzo 2022
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us