Scienze

La catena dell'Himalaya respira - e, alla lunga, cresce!

Processi tettonici e terremoti provocano continui saliscendi della catena dell'Himalaya: uno studio spiega come l'Everest guadagni centimetri.

Come e quando crescono, le montagne più alte del mondo? Sui banchi di scuola abbiamo imparato che le catene montuose si innalzano in modo estremamente graduale, nell'arco di decine di milioni di anni, per effetto della spinta contrapposta tra placche tettoniche. In realtà, la spiegazione è ben più complessa: nel processo intervengono infatti anche erosione e terremoti, e la crescita dei rilievi non avviene sempre in maniera uniforme.

l'Himalaya respira. Una revisione di 200 studi sull'Himalaya pubblicata su Nature Reviews ha rimesso in ordine i tanti tasselli della costruzione delle montagne: un cantiere sempre aperto che subisce periodiche accelerazioni e altrettanti rallentamenti. Tutti questi movimenti fanno sì che la catena dell'Himalaya si innalzi e si abbassi, come se stesse respirando - un rimando alla natura attiva e in continua trasformazione della crosta terrestre.

Un team internazionale di scienziati coordinati da Luca Dal Zilio, geofisico italiano del Laboratorio di Sismologia del California Institute of Technology (Caltech), ha collegato per la prima volta i processi tettonici a lungo termine, che causano lente deformazioni nel corso di milioni di anni, al ciclo di terremoti in Himalaya che si consumano nell'arco di anni o di secoli. «Confrontando i dati geologici, geofisici e geodetici con l'aiuto di modelli numerici di ultima generazione abbiamo scoperto che la catena himalayana è soggetta a continui eventi che provocano il suo innalzamento e abbassamento, come un processo di "respirazione"», spiega Dal Zilio a Focus.it

Analizzando i dati raccolti dal 2015, anno del terremoto di magnitudo 7,8 a Gorkha, in Nepal, al 2021, il team ha confermato che il Monte Everest si è abbassato di circa un metro durante il sisma - un dato già emerso da rilevazioni radar e satellitari. «Ma parte di quel cedimento è stato rapidamente recuperato nelle settimane successive», afferma Dal Zilio, riferendosi al fatto che la montagna, nei mesi di assestamento dopo il terremoto, ha riacquistato il 60% dell'altezza perduta.

in centimetri. Alla lunga, comunque, i rilievi dell'Himalaya sono destinati a guadagnare centimetri: «Gli eventi in aumento, che si verificano in migliaia di anni, sono maggiori dei rapidi eventi di subsidenza durante i terremoti (che si verificano in pochi secondi) e questo processo porta alla crescita della catena himalayana nel lungo periodo. Quando pensiamo al concetto di montagne, dobbiamo davvero ragionare su entità in cambiamento dinamico, con cambiamenti che avvengono su diverse scale temporali».

La catena dell'Himalaya, qui fotografata dallo Spazio, ha origine dallo scontro tra la placca tettonica indiana e quella euroasiatica. L'Everest svetta esattamente al centro nello scatto. © NASA Earth Observatory

Per capire quanto ciascuno dei processi geologici contribuisca alla crescita delle montagne, gli scienziati hanno raccolto dati dalle osservazioni dell'Himalaya compiute negli ultimi decenni, come gli studi sullo spessore della crosta terrestre in diverse località o sulla geometria della gigantesca faglia himalayana, una frattura lunga 2.000 km alla base dei rilievi.

Rilasciato a metà. Con questi dati hanno simulato i cicli dei terremoti, oltre ai sismi veri e propri anche i periodi in cui si accumula lo stress elastico lungo la faglia prima di essere rilasciato. Si sono così accorti, in modo collaterale, che il terremoto del 2015 ha rilasciato soltanto la metà dello stress accumulato lungo la faglia, e che avrebbe potuto essere molto più intenso. Una scoperta importante per le strategie di prevenzione futura.

14 marzo 2021 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us