Scienze

Carte d’identità elettroniche tedesche a rischio

Sono un rischio per la privacy!

La Germania “doterà” tutti i suoi cittadini, a partire dal prossimo novembre, di documenti d’identità con all’interno chip Rfid. Un gruppo di hacker ha apertamente dimostrato in una trasmissione televisiva come sia semplice “rubare” le informazioni personali. Non è di certo un bel debutto per le ID card teutoniche.

“Gli hacker di Chaos Computer Club hanno violato in diretta TV i dati personali presenti sulle ID card”

Rivoluzione elettronica - Gli Rfid (Radio Frequency IDentification) sono dei microchip usati che servono per identificare cose e oggetti inviando un segnale radio a degli appositi scanner. Inserite nei documenti elettronici semplificano molte operazioni, a partire dai controlli della Polizia, ma anche tutte le attività burocratiche come le registrazioni, il check dei passaporti e le verifiche alle dogane. Una vera rivoluzione, insomma, che porterà nel giro di 10 anni a rilasciare ben 60 milioni di ID card con tecnologia a radiofrequenza.

Hacker in TV – Le nuove carte, inoltre, permetteranno ai cittadini anche di creare degli speciali account su Internet per accedere più facilmente ai dati ed effettuare in tutta sicurezza acquisti online e dialogare con la Pubblica Amministrazione. Ecco, il problema è proprio la parola “sicurezza”. L’associazione di hacker Chaos Computer Club ha infatti dimostrato come sia relativamente semplice violare le informazioni più riservate, come le impronte digitali e il Pin di sei cifre che funge da firma digitale, usando uno degli scanner in dotazione con questi nuovi documenti d’identità. E l’ha fatto direttamente dalla televisione tedesca.

Tutto sotto controllo - L’Ufficio federale per la sicurezza delle informazioni (Bsi), nella persona del Ministro degli Interni Thomas de Maizière, non sembra particolarmente preoccupato dal “furto” di informazioni personali in diretta, e dice che “la presenza di un chip e del relativo pin a sei cifre rappresenta un significativo miglioramento rispetta all’attuale uso di nome utente e password.” Il Governo di Berlino ha già speso fior di milioni per gli Rfid, prodotti dall’olandese Nxp, e per i relativi scanner.

Link pericolosi. Guarda la gallery!

3 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us