Scienze

Bye Bye Symbian?

La Symbian Foundation è davvero alla fine?

Per la Symbian Foundation, la società che sviluppa il noto software per telefonini, ha dei giorni bui all’orizzonte: sono finiti i fondi e i produttori stanno smettendo di investire.

“Non si prospetta un futuro roseo per la Symbian Foundation: pochi fondi e investimenti”

Piattaforma per il mobile – Il sistema operativo Symbian non è riuscito e non riesce tutt’ora a competere con le altre piattaforme mobili: Android e iOs. Dopo che Samsung e Sony hanno deciso di fermare gli sviluppi di nuovi device e prodotti basati sul sistema Symbian, è rimasta solo Nokia ad investire nello sviluppo del software, ma non basta.

Voci interne – Stando ai rumors e alle voci nei corridoi della Symbian Foundation, il management del gruppo sta vagliando nuove strategie, come riportano anche le poche dichiarazioni ufficiali: “La futura strategia di business per la Symbian Foundation è ancora sotto analisi. Nessuna decisione è stata presa e non saranno forniti ulteriori commenti al riguardo”, ha affermato uno dei portavoce.

Cambio di poltrone – La dichiarazione arriva dopo il cambio di poltrone della scorsa settimana: Lee Williams, precedente CEO di Symbian, è stato sostituito da Tim Holbrow. Williams arrivò a dirigere la Symbian Foundation dopo aver lavorato sul Nokia N60, ora il suo sostituto Holbrow ha sei mesi di tempo per mettere le cose a posto, prima dell’inizio dell’anno fiscale della società. Nokia e Samsung sono rimasti gli unici produttori ancora interessati alla Symbian Foundation ed è difficile credere che la compagnia, con pochi fondi e altrettanti meno investimenti, possa durare un ulteriore anno.

Top 10 app per Android. Guarda la gallery!

25 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us