Bolle di sapone

Non si tratta di una macabra collezione di bulbi oculari, come sembrerebbe ad una prima occhiata. In realtà è lo strato di bolle creatosi sulla superficie di acqua mista a sapone.I colori riflessi...

2003227102537_5
Bolle di sapone
Non si tratta di una macabra collezione di bulbi oculari, come sembrerebbe ad una prima occhiata. In realtà è lo strato di bolle creatosi sulla superficie di acqua mista a sapone.
I colori riflessi da queste bolle dipendono dallo spessore dello strato presente sulla superficie del liquido. Il nero per esempio è riflesso da uno strato sottilissimo, il grigio invece da uno di circa 70 nanometri. C'è una sfumatura dorata in corrispondenza di uno spessore di circa 100 nanometri e verde in corrispondenza di 150 nanometri. La tonalità va verso il rosso man mano che aumenta la consistenza dello strato.
La forma delle bolle di sapone invece dipende da una sorta di bilanciamento della tensione superficiale.
28 Febbraio 2003 | Anita Rubini