Scienze

Basta impazzire con i liquidi in aeroporto grazie allo scanner

Più sicurezza negli aeroporti.

La notizia potrebbe rallegrare chi prende l'aereo con una certa frequenza: un nuovo scanner che è in grado di analizzare i liquidi è stato testato con successo all'aeroporto di Albuquerque, in New Mexico. In futuro potremo diremo addio alle bottigliette da pochi millilitri, per tornare alle confezioni standard.

Invenzione per la sicurezza - L'idea è del Los Alamos National Laboratory e potrebbe determinare un'inversione di marcia per i viaggi aerei del futuro: un ritorno al passato con bottigliette di acqua e confezioni di shampoo riammesse a bordo dei voli commerciali. Mercoledì scorso il nuovo scanner è stato testato con successo all'aereoporto internazionale di Albuquerque: bottiglie di champagne e acqua minerale, profumi e medicinali sono stati scansiti per controllare che non ci fossere materiali esplosivi all'interno.

Scanner di nuova concezione - Il dispositivo ha le dimensioni di un piccolo frgiorifero e utilizza la risonanza magnetica per leggere la composizione molecolare del liquido sottoposto al controllo. In circa 15 secondi una luce dichiara il verdetto: verde, tutto ok, rossa se invece il liquido è ritenuto sospetto.

Ci vorranno alcuni anni - Quest'utilizzo della tecnologia a risonanza magnetica è ancora da sviluppare e non sarà disponibile negli aereoporti americani prima di alcuni anni. L'obiettivo è di offrire nuovamente ai passeggeri la possibilità di trasportare nel bagaglio a mano le normali confezioni da toilette, senza dover utilizzare gli scomodi e piccoli contenitori, chiusi in una borsa di plastica trasparente, come avviene oggi secondo le regole di sicurezza in volo in vigore dal 2006.

18 ottobre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us