Scienze

Auto hi-tech: L’Audi da rally che si guida da sola

Un auto da corsa senza driver.

L’audi progettata dalla Standfort University e da Orcale non è solo una TT con il look da corsa: è una macchna automatica che guida da sola, senza necessità di pilota.

“Nasce da un progetto hi-tech per la sicurezza stradale la prima audi che gareggia senza pilota”

Bella e da gara - Si chiama Autonomous Audi TTS, che vuol dire che è una bellissima Audi TT ma autonoma: funziona senza pilota. L’aggiunta della sigla Pikes Peak è in onore del famoso rally americano a cui parteciperà nel weekend. Persino i colori della carrozzeria mostrano che questa Audi è nata per correre, ma è in realtà un esperimento hi-tech partito quasi due anni fa.

Senza pilota – L’obiettivo principale è produrre una macchina sportiva che sia in grado di gareggiare nel percorso duro e pieno di curve di un rally in salita, ma senza pilota. L’automobile viene infatti guidata da un potente computer che, per mezzo dei tanti sensori radar, ottici e gps installati nell’auto, segue e si adatta al percorso, anche se tortuoso e ostico come quello di un rally.

Il fine è la sicurezza – Lo scopo è di determinare quali e quante tecnologie possono intervenire nella sicurezza durante la guida, anche sportiva. Infatti l’audi senza pilota è costruita totalmente utilizzando la tecnologia “drive by wire”, che sostituisce i collegamenti meccanici e permette al computer di gestire non solo l’erogazione del motore e la centralina elettronica, ma anche i freni, lo sterzo e la trazione.

28 giugno 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us