Scienze

Arrivano i geek anti disastri

Il web convocato per risolvere catastrofi naturali.

Grazie alle nuove tecnologie e al web è possibile intervenire nelle situazioni di crisi, come nel caso di terremoti e alluvioni, più tempestivamente ed efficacemente che in passato. Così il network Crisis Commons organizza un congresso di livello mondiale per spremere le migliori menti tecnologiche per sviluppare strumenti di soccorso ancora più evoluti.

“Il Network Crisis Commons è in prima linea nell’organizzazione dei soccorsi in zone di crisi”

Aiuti umanitari – All’indomani di catastrofi naturali come i terremoti di Haiti e Cile, milioni di persone hanno mostrato il loro sostegno con donazioni inviate attraverso un semplice sms. Molte, però, sarebbero state disposte a fare molto di più se avessero potuto. Il maggiore problema in situazioni di emergenza, dove il caos regna sovrano, è proprio organizzare i soccorsi. Per fortuna le nuove tecnologie rappresentano un grande aiuto per ristabilire i contatti tra le varie unità di crisi, valutare l’entità dei danni grazie alle mappe e alle immagini via satellite, e gestire il lavoro dei volontari. In prima linea nei soccorsi ci sono anche network no profit nati dal Web come Ushahidi, con le sue mappe interattive molto dettagliate per convogliare gli aiuti dove realmente servono, e Crisis Commons, una rete di professionisti in tecnologia attiva dal 2009, che crea strumenti e organizza CrisisCamp online per le emergenze umanitarie.

Brainstorm high-tech – Ma si può fare ancora di più e meglio secondo Crisis Commons ed è per questo che ha organizzato il suo primo CrisisCongress di livello mondiale per mettere intorno a un tavolo i migliori “geek” del mondo per “spremere” al massimo i loro “cervelloni tecnologici” al fine di sviluppare tecnologie e strumenti high-tech ancora più efficaci ed efficienti.

Guarda il video!

16 luglio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us