Scienze

Arriva il primo hamburger da laboratorio

Carne artificiale salvando le mucche.

Un team di scienziati olandesi ha utilizzato delle cellule staminali per creare il primo tipo di carne artificiale senza la necessità di allevare e di macellare il bestiame. La ricerca è molto promettente e ha solo un piccolo inconveniente… il costo “salato” di hamburger e salsicce.

“I ricercatori sperano che un privato trovi il modo di produrlo in serie con costi inferiori”


Carne in provetta - Le staminali sono un settore ancora molto giovane ma con un enorme potenziale in fase di esplorazione. Una delle opportunità più promettenti è quello della carne in vitro, ovvero la possibilità di creare in laboratorio carne artificiale attraverso la moltiplicazione di migliaia di cellule staminali che vanno a formare delle strisce di tessuto muscolare.

Colore pallido - I ricercatori dell'Università di Maastricht University, guidati dal professor Mark Post, sono ottimisti e ritengano che il primo hamburger, salsiccia o polpetta “in provetta” potrebbe essere pronto già entro sei mesi. La carne in vitro olandese è stata prodotta a partire da cellule staminali di suini alimentate con siero proveniente dai feti dei cavalli. Il risultato sono sottili striscioline di carne artificiale dalla consistenza molliccia e dal colore pallido per l'assenza di sangue e di mioglobina. Il professor Post spiega che stanno lavorando per fargli un po' di colore.

Incognita sapore - L'aspetto non è l'unico dettaglio ancora da sistemare perché la produzione di questa carne in vitro avrebbe un costo esorbitante: 250mila euro per un hamburger. Un problema risolvibile, spiegano i ricercatori olandese, perché la carne artificiale sarà venduta a un privato che realizzerà un sistema di produzione di massa rapido ed economicamente conveniente. Non bisogna poi sottovalutare l'incognita sapore: la legislazione dei Paesi Bassi vieta di consumare tessuti organici creati in laboratorio e nutriti con prodotti animali.

2 settembre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us