Scienze

Arriva Feispadania: l'anti-facebook che divide l'Italia

Il social network per gente del Nord.

Se l'obiettivo del Facebook per la “gente del Nord” era scatenare la curiosità della Rete, l'operazione è riuscita alla perfezione. Tutto il resto è avvolto nel mistero e non ci resta che aspettare che il social padano apra i battenti il prossimo febbraio.

“Sul sito sono bene accette anche persone non padane”

Cibo, arte & moda - Un social network per gente del Nord? Così sembra almeno stando alla pagina principale di Feispadania già accessibile online. Se Facebook è un po' troppo generalista per i vostri gusti con persone e razze in arrivo da tutto il mondo, e volete rilassavi e scambiare quattro chiacchiere su argomenti rigorosamente “padani” come cibo, arte e moda, con amici che condividono le vostre stesse radici, allora Feispadania è il luogo giusto per voi. Non sappiamo con certezza che si tratti di un progetto reale o solo di una trovata per alimentare gossip, così non ci resta che Feispadania apra le iscrizioni il prossimo febbraio.

Lingua padana - Feispadania, come si legge sulla pagina rigorosamente in verde, tiene a precisare che “il sito non vuole essere una provocazione a sfondo razzista” e che “sono ben accetti persone non Padane purché rispettino le regole del sito”. Tutto ok, a parte la concordanza cannata nel participio del verbo “accettare” con il sostantivo “persone”. Magari è stato tradotto male dalla lingua padana che, insieme all'italiano e all'inglese, pare saranno gli idiomi in uso sul sito.

L'enigma del nome - Il social network verde rischia di essere denunciato da Facebook, ormai proprietario della parola "face" secondo i tribunali Usa? Premesso che Feispadania sia un serio progetto e non una provocazione, il nome è decisamente simile anche se gli autori del sito hanno scelto un maccaronico "feis", invece di "face".

I commenti - Scherzo o verità, la rete è in fermento per Feispadania. Più di quattromila persone, che crescono a vista d'occhio, ha già condiviso la pagina sul rivale Facebook, mentre i commenti sui blog si dividono tra scherzosi "è una bufala: hanno compreso regioni troppo a sud", a invettive politiche contro la Lega, fino al dubbio che trattandosi di un indirizzo web presso un servizio che concede spazio gratuito (Altervista) si tratti sicuramente di una provocazione. Tu che ne dici?

Leggi l'articolo originale su Jacktech.it e in più:

16 dicembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us