Scienze

Apple vale più del petrolio

Apple si piazza seconda in Borsa!

I risultati di Apple stupiscono la Borsa: ieri a New York la società della Mela ha raggiunto il valore di 267,5 miliardi di dollari, battendo il gigante petrolchimico cinese PetroChina e piazzandosi dietro a un’altra società petrolifera, l’americana ExxonMobil.

“Ieri la capitalizzazione da record: l’azienda di Steve Jobs si è piazzata seconda in Borsa”

Merito delle stime – L’eclatante capitalizzazione è dovuta al successo globale dei gadget di Cupertino: iPhone, iPod e iPad. Il tablet di Apple ha visto infatti in “rialzo” le sue stime di vendita: dai 14 milioni e mezzo preventivati si passa ai 21 milioni di unità entro il 2011, secondo la società specializzata Piper Jaffrey, che ne ha determinato il balzo in una nota.

Magie della finanza – durante gli scambi di mezza giornata le azioni sono balzate a 292,76 dollari, incrementando la capitalizzazione di Apple e facendo schizzare l’azienda al secondo posto in graduatoria. Verso la chiusura del mercato Apple è poi tornata al terzo posto, con le sue azioni scambiate a 288,92 dollari.

Gli altri – Giusto per avere un’idea, le capitalizzazioni di altri giganti del mercato hi-tech sono, al confronto, molto inferiori: Microsoft vale 211,4 miliardi di dollari, IBM 166 miliardi, Google 163,7 e Hewlett-Packard appena 91,1 miliardi.

Apple store. Guarda la gallery!

24 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us