Scienze

Api, droni e intelligenza artificiale per scovare le mine antiuomo

Una insospettabile collaborazione tra api, droni fotografici e intelligenza artificiale permette di identificare le mine inseplose e bonificare i campi minati.

Tra le tragiche eredità lasciate dalla guerra dei Balcani negli anni '90 ci sono i campi minati: secondo le stime delle autorità in Bosnia ed Erzegovina ci sono ancora sepolte oltre 80.000 mine antiuomo e altre 30.000 attendono di essere trovate e disinnescate in Croazia. 

Lo sminamento è un'operazione lunga e rischiosa e negli ultimi anni la tecnologia ha dato un contributo determinante nel rendere sempre più sicura ed efficace l'attività di bonifica.

Ma un aiuto inaspettato sembra poter venire dalle api: un team di ricercatori del Croatia Mine Action Center è infatti riuscito a combinare le più recenti applicazioni di intelligenza artificiale con la passione delle api per… i dolci.

Non solo miele. Gli scienziati sono infatti riusciti ad addestrare le api a "fiutare" l'esplosivo facendo trovare loro, accanto alle mine, contenitori contenenti acqua e zucchero. Una volta istruite, le api sono state liberate sui campi minati dove sono andate spontaneamente a sorvolare le aree più vicine agli ordigni.

È però evidente come seguire uno sciame di api su un campo minato, per vedere dove vanno a posarsi, sarebbe un'operazione difficile oltre che pericolosa. A questo scopo i ricercatori si sono affidati a droni equipaggiati con fotocamere ad alta risoluzione: i droni possono infatti sorvolare in tutta sicurezza i campi minati e fotografare e riprendere gli spostamenti degli insetti. Ma comei distinguere le api in una fotografia aerea? È a questo punto che entra in ballo l'intelligenza artificiale.

Gli scienziati hanno quindi addestrato un sistema di IA a riconoscere le api all'interno dell'immagine così da poterne tracciare la posizione sulla fotografia con un margine di errore accettabile.

Una volta identificata la posizione dell'ordigno entrano finalmente i campo gli artificieri, che si occupano di farlo brillare.

Mine sicure. Il sistema è stato collaudato sui campi minati "sicuri" del Croatia Mine Action Center, campi dove sono state interrate mine vere ma private del detonatore, così che non possono esplodere.

Secondo gli esperti il sistema sarà utile per verificare i campi appena sminati e assicurarsi che nessuna mina inesplosa sia passata inossertvata.

Vale comunque la pena di sottolineare, infine, come, nonostante le moratorie internazionali, le mine antiuomo e anticarro vengano utilizzate ancora oggi in diverse zone del mondo.

9 aprile 2021 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us