Scienze

Antennagate: via il manager ma Jobs sapeva

Steve Jobs caccia il super manager.

Mark Papermaster, responsabile della progettazione di iPhone 4, lascia Apple. È la prima vittima della famigerata antenna non funzionante del melafonino. Era in Apple da solo due anni dopo che Steve Jobs riuscì a strapparlo a IBM.

“Steve Jobs aveva strappato Mark Papermaster a IBM”

Maledetta antenna - Né Mark Papermaster, né Apple hanno ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma secondo indiscrezioni sempre più insistenti, l'ormai ex Senior Vice President of Devices Hardware Engineering - ossia il capo del team di sviluppo dei dispositivi mobili quali iPod ed iPhone - non lavorerebbe più a Cupertino. Non è chiaro se abbia lasciato gli uffici di Apple di sua spontanea volontà o sia stato invitato a sloggiare su esplicita richiesta di Steve Jobs. Pare inoltre che il suo posto verrà momentaneamente ricoperto da Bob Manfield, senior vice-president del settore hardware per i Pc Macintosh.

Ex IBM - Mark Papermaster, come accennato, era in Apple solo da due anni, ma il suo arrivo a Cupertino aveva fatto all'epoca notizia. Steve Jobs era riuscito a strapparlo a IBM dove lavorava da 25 anni dopo un lungo braccio di ferro in tribunale perché Big Blue non voleva mollare l'osso. Mark Papermaster era un pezzo grosso con un notevole know-how tecnico e IBM non voleva che i suoi segreti industriali fossero regalati a Apple su un piatto d'argento.

Cara Italia - L'iPhone 4, nonostante il problema dell'antenna, è un successo planetario. Peccato che non tutti siano uguali di fronte al melafonino, almeno per quanto riguarda il portafogli. Hong Kong è il paese dove l'iPhone 4 costa meno: 500 dollari per il modello da 16BG e 590 per quello da 32GB. L'Italia, ahimè, è invece quello dove costa di più: 659 euro per quello da 16GB e 779 per quello da 32GB.

I costi di iPhone 4 nel mondo

9 agosto 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us