Alimentazione e falsi miti: la parola agli esperti

Da Trieste gli esperti di Focus parlano di alimentazione corretta e stile di vita. E ribadiscono che per restare in forma o dimagrire non esistono scorciatoie.

Una sintesi dell'incontro.

Ripartono da Trieste, dopo la pausa estiva, i Grandi incontri di Focus, le live conference di Panorama d’Italia giunte quest’anno alla quarta edizione.

Nel primo appuntamento Valentina Bolli (dietista) e Carla Lertola (medico specialista in scienza dell’alimentazione) guidati dal direttore di Focus Jacopo Loredan, hanno parlato di corretta alimentazione e diete [Qui potete rivedere tutta la diretta dell'incontro].

L’evento è stato guidato dalle domande del pubblico in sala: gli esperti hanno sottolineato l’importanza di una dieta equilibrata e hanno rimarcato il rischio di quelle squilibrate come le iperproteiche. Che oltretutto non garantiscono risultati stabili nel lungo periodo ed espongono all’effetto yo-yo (min 0'28" del video qui sopra)

Diete senza fretta. Ma esiste un peso ideale? (min 7'30") Certamente sì, ma non può essere calcolato solo tramite una formula matematica ed è legato alla storia del paziente. Valentina Bolli conferma l’importanza di perdere peso in maniera graduale: è l’unico modo per raggiungere risultati duraturi anche in caso di dimagrimenti importanti.

E il caffè? Quando se ne può bere? (min 13'24") Secondo Carla Lertola l’equivalente di due tazzine di espresso non dovrebbe creare problemi a nessuno. E gli studi più recenti non sembrano opporre grandi controindicazioni nemmeno nei casi di ipertensione. A patto di non superare gli 80 mg di caffeina al giorno (min 18'00").

Variare sempre. Dal pubblico sono poi state poste numerose domande sull’importanza dell’indice glicemico e sulla sua corretta indicazione (min 20'40"). Gli esperti hanno spiegato come l’indice glicemico del singolo alimento sia poco significativo (min 22'00"), perchè ogni singolo pasto è composto da diversi cibi i cui indici glicemici si compensano. Per esempio le fibre rallentano la velocità di raggiungimento del picco glicemico anche in alimenti come il riso, dall’indice piuttosto alto.

La psicologia a tavola. Valentina Bolli ha posto l’accento sull’importanza del rapporto tra percezione e cibo: quando mangiamo sono coinvolti tutti i nostri sensi (min 24'00").

 

Da recenti studi per esempio, è emerso che un piatto rosso può stimolare l’appetito più di un piatto bianco, per questo è meglio evitarli se si è a dieta. E per lo stesso motivo, quando si è a tavola, è bene non distrarsi con la TV o con altro per poter dare a tutti i nostri la sensi la percezione del cibo che stiamo consumando (min 27'30").

La bufala nel piatto. Le due specialiste hanno sfatato anche alcuni falsi miti: per esempio il fatto che sia meglio mangiare i carboidrati a pranzo e le proteine a cena (min. 33'30"). In realtà è molto meglio consumare pasti equilibrati, per fornire al nostro organismo sia l’energia necessaria al funzionamento (i carboidrati), sia i mattoni per riparare i muscoli (le proteine).

Da considerare attentamente anche la completa eliminazione del glutine tanto di moda in questi anni: se non c’è una diagnosi precisa è da evitare perchè inutile e pericolosa (min 45'00")

Carla Lertola e Valetina Bolli hanno ribadito alcuni concetti chiave: la dieta deve essere variata, occorre mangiare di tutto, cambiare spesso e, naturalmente, avere un occhio attento alle quantità.

E per ogni problema va assolutamente evitato il fai-da-te e bisogna rivolgersi agli specialisti di riferimento, il nutrizionista, il dietista e il dietologo (min 57'30")

 

Cibo per tutti. Carla Lertola è anche la promotrice di Robin Food, ente non profit il cui scopo è chiedere a chi ha tanto “buon cibo” di darne a chi ne ha di meno.

L’associazione opera in diversi comuni italiani e si occupa di donare pacchi alimentari completi, sani ed equilibrati dal punto di vista nutritivo alle famiglie in difficoltà. Ad oggi è operativa a Savona e Milano e presto lo sarà anche a Torino.

08 Settembre 2017 | Rebecca Mantovani

Codice Sconto