Scienze

Alimenta iPod col cuore

L'iPod del futuro sarà alimentato a energia cinetica?

Uomini che alimentano con il battito del cuore i vari gadget portatili? No, non siamo in una scena del film Matrix, ma nel presente dove alcuni scienziati stanno iniziando a sperimentare soluzioni alternative per mandare in pensione batterie ed energia elettrica generata in modo tradizionale.

“Gli scienziati sperano di trovare una valida alternativa alle batterie grazie alle nanotecnologie”

Energia umana - Ti ricordi il film Matrix quando Morpheus spiega a Neo che le macchine usano gli esseri umani per generare energia? Ecco, qualcosa di molto simile potrebbe essere all’orizzonte. Chi si ricorda bene la storia della saga interpretata da Keanu Reeves sarà dell’idea che vivere in bozzoli non sia l’ideale, ma magari vale la pena un piccolo sforzo per alimentare qualche gadget elettronico da portare con sé. Alcuni scienziati del Georgia Institute of Technology, infatti, hanno scoperto come il battito del cuore umano possa generare energia sufficiente per alimentare un dispositivo come l’iPod dopo aver lavorato su un piccolo chip che sfrutta l’energia cinetica derivata dai movimenti del corpo.

Batterie addio - Fantascienza? Il gruppo di cervelloni, che ha recentemente esposto i risultati delle proprie ricerche al National Meeting & Exposition of the American Chemical Society, spera che la nanotecnologia utilizzata per sviluppare il chip possa migliorare a tal punto nel prossimo futuro e arrivare a fornire energia ai dispositivi elettronici mandando in pensione batterie e prese della corrente. L’idea è stata finora testata con successo su alcuni display Lcd dotati di diodi e un dispositivo per trasmettere segnali radio anche a spina staccata. (pp)Silvia Ponzio

Le dieci novità di Apple. Guarda la gallery!

30 marzo 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us