Scienze

Addio occhiali appannati grazie a una pellicola d’oro

Una sottilissima pellicola formata da strati di ossido di titanio e frammenti d'oro è un rimedio tecnologico contro gli occhiali appannati: ecco come funziona.

Dimenticate spray e pezzette antiappannanti: un team di ricercatori del politecnico federale di Zurigo ha sviluppato un sistema che, integrato nelle lenti degli occhiali, dovrebbe impedire la formazione della condensa. Si tratta di un sottile rivestimento trasparente a base di oro e ossido di titanio che cattura il calore dei raggi solari, scaldando la superficie e impedendo che si appanni. I dettagli dello studio sono stati pubblicati su Nature Nanotechnology.

Spettro elettromagnetico
La pellicola antiappannante assorbe gran parte della radiazione infrarossa (IR, a destra), e pochissima parte dello spettro visibile: per questo motivo risulta trasparente (clic sull'immagine per ingrandirla). © Elena Pimukova | Shutterstock | Elab. Chiara Guzzonato

Panino d'oro. La speciale pellicola è formata da minuscoli frammenti d'oro compresi tra due strati sottilissimi di ossido di titanio, un materiale isolante. Grazie alle loro proprietà rifrangenti, gli strati esterni aumentano l'efficacia dell'effetto termico.

«La pellicola assorbe gran parte della radiazione infrarossa, facendo aumentare la temperatura superficiale anche di 8 °C», spiega Iwan Hächler, uno degli autori. Questo sandwich ha uno spessore di appena 10 nanometri: per avere un metro di paragone, una foglia d'oro normalmente è 12 volte più spessa.

Calore, non acqua. L'approccio adottato dai ricercatori è diverso da quello dei metodi antiappannanti tradizionali, che utilizzano molecole idrofile (che catturano l'acqua) per spalmare la condensa sulla superficie.

In questo caso la pellicola previene la formazione di goccioline sulla superficie riscaldandola: è lo stesso principio utilizzato nei lunotti posteriori delle macchine, ma in questo caso non serve elettricità.

Struttura pellicola antiappannante
La struttura della pellicola antiappannante. © ETH Zurich | Traduz Chiara Guzzonato

Trappola di calore? Oltre che per vederci chiaro (letteralmente), la pellicola antiappannante potrebbe essere utilizzata per trattare finestre, vetri delle macchine, specchi o sensori ottici.

I ricercatori assicurano che chi si trova all'interno di una stanza o di un abitacolo circondato da vetri trattati con la pellicola antiappannante non rischia di finire bollito: il calore rimane infatti intrappolato nel vetro e non passa all'interno, per cui l'effetto è in realtà opposto e la stanza si mantiene più fresca.

31 dicembre 2022 Chiara Guzzonato
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us