Scienze

Addio al pedale pesante

Un congegno elettronico collegato al pedale dell'acceleratore per risparmiare carburante. Ed evitare di perdere punti sulla patente.

Addio al pedale pesante
Un congegno elettronico collegato al pedale dell'acceleratore per risparmiare carburante. Ed evitare di perdere punti sulla patente.

Il prototipo del pedale intelligente è stato montato su una Mercedes di lusso nei laboratori della DaimlerChrysler.
Il prototipo del pedale intelligente è stato montato su una Mercedes di lusso nei laboratori della DaimlerChrysler.

Paura di consumare troppa benzina? Da oggi potrebbe venirvi in aiuto addirittura il pedale dell'accelerazione, capace di farvi risparmiare l'11 per cento di carburante.
I laboratori di ricerca della DaimlerChrysler hanno infatti studiato il prototipo di un pedale “intelligente” che, attraverso una semplice vibrazione, avverte il guidatore che è il momento giusto per decelerare senza consumare eccessivo carburante. Cambiare velocità in maniera troppo improvvisa o frenare all'ultimo momento, senza rallentare per tempo, infatti, porta a bruciare benzina inutilmente.
Chip e pistoni. Il prototipo è un gioiello di elettronica: un computer di bordo, collegato a un sistema GPS con mappe molto dettagliate, analizza le informazioni sul tipo di strada che si sta percorrendo, i limiti di velocità, la pendenza e i raggi di curvatura della strada. Inoltre, grazie al collegamento con un radar, valuta la presenza e distanza di ostacoli e altri veicoli e combinate tutte le informazioni, decide quando è il momento migliore per variare la velocità. A quel punto invia un segnale a un piccolo pistone posto sotto il pedale dell'acceleratore che provoca una leggera vibrazione che avverte il guidatore. Un test compiuto con 70 volontari ha dato risultati concreti: il tempo di reazione è di 0,3 secondi (molto inferiore a un'eventuale luce sul cruscotto) e il risparmio di carburante è stato in media del'11 per cento.

(Notizia aggiornata al 23 marzo 2004)

23 marzo 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 29,90€
Follow us