Scienze

ADA, il braccio robot che aiuta a mangiare

Un braccio robotico controllato da un sistema di intelligenza artificiale è in grado di imboccare i pazienti disabili, riuscendo a distinguere un frutto dalla minestra.
 

Un team di ricercatori della Washington University ha messo a punto un braccio robot per aiutare disabili e invalidi a mangiare in autonomia: si chiama ADA, acronimo di Assistive Dexterous Arm, e si può utilizzare collegato direttamente al letto o alla carrozzina.

Il software di controllo è un sistema di intelligenza artificiale istruito anche per riconoscere il tipo di cibo nel piatto, per raccoglierlo e porgerlo nel modo più idoneo: ADA sa usare le posate come un assistente umano. Il segreto è RetinaNet, un sistema di visione che riconosce e distingue i diversi alimenti: identificato che cosa c'è nel piatto, il comando passa a SPNet, che in base all'alimento sceglie il modo migliore per porgerlo al paziente. Un complesso sistema di sensori permette poi al braccio robot di orientarsi e muoversi nello spazio, di centrare l'obiettivo con la forchetta e di raggiungere con delicatezza ed estrema precisione la bocca degli assistiti.

Dis-Umanità? Dalle immagini diffuse dai ricercatori sembra che il robot funzioni davvero bene e che riesca ad assolvere i suoi compiti con estrema efficienza. L'unico dubbio non è tecnologico, ma etico: l'impiego di soluzioni di questo genere potrebbe infine allontanarci definitivamente dalla cura e dall'accudimento di malati, disabili, anziani?

I ricercatori si limitano a sottolineare che robot come ADA possono aiutare milioni di persone a riconquistare parte della propria indipendenza, e questo, in effetti, è un valore importante per chi si trova in stato di bisogno temporaneo o permanente, e può contribuire al suo buon equilibrio psicologico. Non risponde alla domanda, ma è un inizio.

19 marzo 2019 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us