Scienze

A Roma il taxi fila a 330 all'ora

L'iniziativa è per i 40 anni dell'Italdesign.

Chissà quanti turisti in giro per Roma hanno cercato di salire su questo unico esemplare di Taxi: la Giugiaro Quaranta. L'automobile ha lavorato per una settimana, ma non per un progetto sulla futura mobilità, la causa è l'anima del commercio: la pubblicità.

“Il taxi Giugiaro ha prestato servizio attivo per 7 giorni”

Modello Unico - La Giugiaro Quaranta è il modello, presentato al Salone di Ginevra del 2008, che celebra il quarantesimo anniversario dell'attività di Italdesing, la bottega di disegno industriale di Fabrizio Giugiaro. Si tratta di un'automobile super-sportiva, dalla linea futuristica e filante, capace di raggiungere i 330 km/h e persino alimentata in maniera ibrida: parte dell'energia di cui ha bisogno viene fornita da alcuni pannelli fotovoltaici.

È diventata un Taxi - Nei giorni scorsi è stata vista aggirarsi per la Capitale: in zona Colosseo e nel centro storico, come un normale… Taxi. Forse in memoria della famosa pellicola francese Taxxi, il regista di un prossimo spot pubblicitario di una nota marca di birra, ha scelto di far interpretare il filmato non a degli attori professionisti, ma alla bellissima Quaranta e all'uomo della strada.

In servizio per una settimana - In poche parole l'auto sportiva per ragioni di copione è entrata a far parte, anche se solo per una settimana, della squadra di taxi in forza alla città, caricando lo stupore e le reazioni dei clienti che ha, mano a mano, raccolto nei diversi tragitti del suo servizio. Le immagini a bordo, che ora fanno parte del cortometraggio, sono state raccolte con una camera nascosta e le vedremo nello spot su tutte le TV.

Guarda la gallery

20 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us