Tuffo nel cervello

Il delta del Nilo che si getta nel mare? No, questo è ciò che accade normalmente nel nostro cervello, ma che di solito non possiamo vedere. Attraverso una fitta ramificazione di arterie (che...

spl_p330043_web
Arterie cerebrali evidenziate in un'arteriografia.
Il delta del Nilo che si getta nel mare? No, questo è ciò che accade normalmente nel nostro cervello, ma che di solito non possiamo vedere. Attraverso una fitta ramificazione di arterie (che potrebbe ricordare quella di un fiume), il sangue ricco di ossigeno viene distribuito in ogni angolo del cervello. Quella che vedete è un’arteriografia, un esame che valuta lo stato di salute dei nostri vasi sanguigni.
Con un sottile catetere, introdotto in anestesia locale in un’arteria, si inietta un liquido di contrasto che risulta opaco ai raggi x e quindi ben visibile, in bianco, nelle lastre radiografiche (anche se in questa foto sono stati usati falsi colori).
Un procedimento un po’ invasivo, ma utile per scovare pericolose ostruzioni o lesioni arteriose, che potrebbero causare, per esempio, un ictus (guarda).

Altre foto scattate con tecniche fotografiche inconsuete.

[E. I.]
27 Luglio 2008 | Elisabetta Intini