Cellule riprogrammate producono insulina
Cellule differenziate che cambiano ruolo: uno studio dimostra che è possibile indurre cellule del pancreas non specializzate, a produrre insulina: una speranza per chi soffre di diabete.
Oltre 100 nuove specie batteriche nell'intestino
Sequenziato il DNA di 105 specie di microrganismi che ospitavamo senza nemmeno saperlo.
La sindrome di Asperger
Il 18 febbraio si celebra la giornata internazionale dedicata a questa sindrome di cui si dice abbiano sofferto anche personaggi famosi: ecco che cos'è e come è stata identificata.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Un raro caso di vaiolo bovino in Galles
Qualche mese fa un giovane è finito in ospedale per una serie di pustole sospette su mani e piedi: aveva contratto l'infezione accudendo alcuni vitelli.
Un caffè per controllare il diabete? In futuro...
Un espresso a fine pasto al posto delle iniezioni di insulina? Chissà. Per ora nei topi un impianto basato su cellule sensibili alla caffeina rilasciano un farmaco per la regolazione del glucosio nel sangue.
Alcol e mortalità: la relazione è complicata
Meglio evitarlo del tutto, o attenersi al classico "bicchiere di vino a cena"? Dipende dal problema di salute considerato. Uno studio conferma che il nesso tra alcol e longevità è più articolato del previsto.
Maturità: tra le tracce un articolo di Focus.it
Tra le tracce proposte nella prima prova di italiano della maturità 2018, una prende spunto da un nostro articolo sul  primo caso di clonazione tra primati non umani. 
È cieca, ma vede gli oggetti in movimento
Dopo una lesione estesa, il cervello di una paziente si è riorganizzato permettendole di vedere (soltanto) gli oggetti in movimento: un'altra incredibile dimostrazione di plasticità cerebrale.
Se sei malato, l'IA lo capisce dal respiro
Un sistema di apprendimento automatico impara a riconoscere le sostanze volatili nell'alito umano che potrebbero rivelare patologie in corso, inclusi alcuni tipi di tumori.
L'orologio interno che ci fa venire sonno
Nei topi, una famiglia di proteine accumula marcatori mano a mano che trascorrono le ore di veglia. Una buona dormita li azzera, riportando il tutto alla situazione di partenza.
Perché produciamo le cellule del sangue nelle ossa
Forse per proteggerle dai raggi UV: la spiegazione è stata dedotta osservando gli zebrafish, che tengono al riparo le staminali emopoietiche con speciali "parasoli".