Cellule riprogrammate producono insulina
Cellule differenziate che cambiano ruolo: uno studio dimostra che è possibile indurre cellule del pancreas non specializzate, a produrre insulina: una speranza per chi soffre di diabete.
Oltre 100 nuove specie batteriche nell'intestino
Sequenziato il DNA di 105 specie di microrganismi che ospitavamo senza nemmeno saperlo.
La sindrome di Asperger
Il 18 febbraio si celebra la giornata internazionale dedicata a questa sindrome di cui si dice abbiano sofferto anche personaggi famosi: ecco che cos'è e come è stata identificata.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Come si diffonde il virus del Nilo
West Nile: il virus del Nilo Occidentale non si trasmette da persona a persona. È trasmesso dalle zanzare e causa una febbre che può avere, in casi rari, conseguenze gravi.
Autismo e pesticidi: un rischio aumentato?
Uno studio su oltre un milione di gravidanze nel periodo 1987-2005 rivela una correlazione statistica tra tracce di DDT nel sangue materno e la probabilità di autismo nei bambini.
Alzheimer: placche non conducono sempre a demenza
Gli accumuli di proteine neurotossiche tipici della malattia non conducono in tutti i pazienti a declino cognitivo. Uno studio sui punti di contatto tra neuroni (sinapsi) ha forse trovato indizi sul perché.
Trasfusioni: a un passo dal sangue universale
Identificati nei batteri intestinali enzimi in grado di trasformare in modo affidabile ed efficiente il sangue di tipo A e B in donatore universale del gruppo 0.
Gli uomini dimagriscono prima delle donne
Uno studio dimostra che, a parità di dieta, gli uomini perdono peso più rapidamente rispetto alle donne (che, oltretutto, evidenziano anche qualche effetto indesiderato). Colpa dei diversi tipi di grasso.
Che cosa fa ingrassare per davvero?
Quali tra gli alimenti che mangiamo è il maggiore responsabile della ciccia accumulata? Il più ampio studio sul tema sembra non lasciare dubbi (benché condotto su topi).
Borse per la spesa riutilizzabili: quanti batteri!
Le preferiamo perché ci permettono di ridurre l'uso della plastica (e perché sono anche più comode). Però a lungo andare possono diventare un ricettacolo di germi e batteri.
Disinfettanti con alcol: i batteri resistono?
Uno studio condotto in Australia rivela che alcuni batteri hanno imparato a "difendersi" dai disinfettanti ospedalieri a base di alcol. Ora bisognerà verificare se sia accadendo anche altrove nel mondo.