Salute

Zika e microcefalia, si rafforza il legame

Tracce del virus nel cervello del feto di una donna contagiata: ad oggi, è la prova più chiara del legame tra infezione e difetti nello sviluppo. Ma è ancora solo un caso singolo.

Non è la "pistola fumante", ossia la prova inequivocabile che gli scienziati cercano, ma è comunque un forte indizio: un nuovo caso descritto sul New England Journal of Medicine supporta ancora una volta il legame tra virus Zika e microcefalia, e conferma che è possibile una trasmissione dell'infezione da madre a figlio attraverso la placenta e il liquido amniotico.

contagio precoce. Un gruppo di ricercatori dell'università di Lubiana (Slovenia) ha trovato tracce del virus nel tessuto cerebrale di un feto, la cui madre (una donna europea di 25 anni) aveva riportato un'infezione da Zika durante la 13esima settimana di gravidanza, mentre si trovava in Brasile. Le ecografie alla 32esima settimana mostravano un cranio particolarmente piccolo e calcificazioni nel cervello, anomalie riscontrate in altri casi di microcefalia collegati al virus.

Nessun altro fattore di rischio. Ulteriori indagini hanno evidenziato che il virus si era replicato nel cervello del nascituro, ma non in altri organi. La madre non aveva familiarità con particolari malattie genetiche e, fatto ancora più importante, i test per riscontrare la presenza di 13 altre eventuali infezioni, come dengue e febbre gialla, hanno dato esito negativo.

Il caso descritto non prova definitivamente che Zika causa microcefalia, ma rende il legame tra infezione e malformazione più forte. «Le nostre evidenze sottolineano un particolare pericolo per le donne in gravidanza - concludono i ricercatori - soprattutto nel primo trimestre.»

12 febbraio 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us