Perché vivere al mare rende più felici?

È quasi da non credere! Uno studio conferma che abitare in località marine migliora la salute fisica e mentale, e mette anche di buonumore.

felicita
La felicità è essere davanti al mare.|Shutterstock

Chi non è alla ricerca della felicità? Ebbene, diverse ricerche scientifiche hanno affermato che vivere vicino al mare migliora il benessere e la qualità della vita: insomma, regala felicità. Ora lo conferma un nuovo studio dell’università britannica di Exeter, secondo il quale abitare in località di mare migliora in modo “leggero ma significativo” la nostra salute fisica e mentale.

 

Focus Domande & Risposte 56
Questa risposta è tratta Focus Domande & Risposte 56, in edicola. Guarda l'anteprima a fine pagina.

Lo studio. Su un campione di 48 milioni di persone, i ricercatori hanno infatti rilevato che chi si trova a meno di un chilometro dal mare dichiara più spesso di essere in “buona salute” rispetto a chi vive a distanze maggiori. 

 

Più sport. I motivi sarebbero numerosi: la sola presenza del mare ridurrebbe i livelli di stress e poi l’ambiente costiero renderebbe le persone più inclini a tenersi in esercizio, per esempio con frequenti passeggiate sulla spiaggia oppure praticando sport marini durante tutto l'anno, o quasi.

 

Paesaggi marini. Questo studio, come dicevamo, non è l’unico a celebrare i benefici dell’ambiente marino sulla psiche. Altre ricerche hanno mostrato come basti solamente osservare paesaggi marini (o in genere paesaggi naturali, come in campagna) per avere ricadute positive sul nostro umore, e perfino migliorare le proprie capacità di concentrazione. I grigi panorami urbani, invece, attivano sensazioni opposte o comunque meno favorevoli: possono cioè facilitare tristezza e depressione.

 

 

È in edicola il nuovo numero di Focus Domande&Risposte con centinaia di curiosità e risposte alle domande più curiose e interessanti! Sfoglia l'anteprima.

 

 

14 Maggio 2018 | Focus Domande e Risposte