C'è per davvero una nuova cura contro calvizie e perdita dei capelli?

Un farmaco per il trattamento dell'osteoporosi si dimostra efficace contro la perdita dei capelli. Pelata, addio?

shutterstock_99542606
Sconfiggere la calvizie e riattivare la crescita dei capelli: è uno scenario possibile?|Shutterstock

I ricercatori dell'Università di Manchester potrebbero aver scoperto una nuova cura per la calvizie: si tratta di un farmaco noto, già utilizzato contro l'osteoporosi, che ha l'effetto collaterale di inibire la proteina SFRP1 che agisce sui follicoli piliferi e di rallentare così la caduta dei capelli.

calvizie cura, perdita di capelli, calvi, rimedi per la calvizie
L'Alopecia androgenetica, detta anche calvizie, è dovuta a una suscettibilità del follicolo pilifero alla miniaturizzazione: interessa il 70% degli uomini e il 40% delle donne. | Welshsk/WikiMedia

Lo studio, i cui risultati sono pubblicati su PLOS Biology, è stato condotto in laboratorio. I ricercatori hanno sperimentato gli effetti del farmaco su follicoli piliferi donati da una quarantina di persone che si sono sottoposte a trapianto di capelli.

 

Il responsabile del progetto, Nathan Hawkshaw, ha però precisato che sarà necessaria un'ulteriore sperimentazione clinica prima di poter affermare che il trattamento è efficace e sicuro sulle persone.

 

Effetti collaterali. I ricercatori avevano già rilevato che un farmaco immunosoppressore, la ciclosporina A, utilizzato come farmaco antirigetto nei trapianti e per ridurre i sintomi delle malattie autoimmuni, riduceva la calvizie. Ma il farmaco aveva anche altri effetti collaterali e non venne utilizzato.

Il team ha però perseverato in questo filone di indagini fino a trovare un altro agente che interagisce con la proteina SFRP1, inibendone gli effetti. L'ha identificato nella molecola WAY-316606, un principio attivo già utilizzato nel trattamento dell’osteoporosi.

 

Da qui la sperimentazione che potrebbe aprire nuovi scenari. Al momento infatti i farmaci per il trattamento della calvizie sono principalmente due: Minoxidil e Finasteride. Entrambi però hanno importanti effetti collaterali e raramente si rivelano risolutivi.

15 Maggio 2018 | Giuliana Rotondi