Salute

Un virus 'cura' la sordità

Roma, 9 lug. (AdnKronos Salute) - Un passo in avanti significativo verso il trattamento di alcune forme di sordità. A compierlo un team di scienziati di Stati Uniti e Svizzera che, su 'Science Translational Medicine', raccontano di aver dimostrato su modello animale che, grazie a un virus, è possibile correggere il difetto genetico alla base di molti casi di sordità, ripristinando in alcuni casi l'udito.

I difetti nel Dna sottendono a circa la metà dei casi di perdita dell'udito nella prima infanzia. Lo studio sui topi, secondo gli esperti, potrebbe portare a trattamenti specifici nell'arco di un decennio. L'equipe medica si è concentrata sui piccoli peli all'interno dell'orecchio, che convertono i suoni in segnali elettrici che possono essere interpretati dal cervello. Ma le mutazioni nel nostro Dna rendono questi peli incapaci di creare il segnale elettrico, impedendo alle persone di sentire. Il gruppo di ricerca ha dunque sviluppato un virus geneticamente modificato che 'infetta' le cellule ciliate e corregge l'errore. Il sistema è stato testato su topi "profondamente sordi, che non si sarebbero accorti della musica nemmeno a un concerto rock ad alto volume (115 decibel)", spiegano.

L'iniezione del virus nelle orecchie ha portato a un "sostanziale miglioramento" dell'udito, anche se non a livelli normali: gli animali sono arrivati a sentire l'equivalente del rumore all'interno di una macchina in movimento (85 decibel). I roditori hanno anche modificato il loro comportamento in risposta ai suoni durante lo studio, durato 60 giorni. Lo studio ha 'riparato' una mutazione in un gene chiamato Tmc1, che sottende a circa il 6% dei casi di sordità familiare.

Tuttavia, ci sono più di 100 geni che sono stati collegati a questo disturbo, per questo gli autori sono attenti a esultare: "Siamo cautamente ottimisti - dice Jeffrey Holt del Boston Children's Hospital - ma non vogliamo dare false speranze. Sarebbe prematuro dire che abbiamo trovato una cura. In un futuro non troppo lontano, però, il nostro potrebbe diventare un trattamento per la sordità genetica, quindi è un dato importante".

9 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us