Salute

Un bambino su tre è esposto a livelli allarmanti di piombo

L'UNICEF denuncia un'epidemia silenziosa: l'esposizione al piombo è estesa e diffusa, e ha conseguenze gravi sullo sviluppo del cervello e sul comportamento.

I bambini e gli adolescenti di tutto il mondo sono sottoposti a un lento e silenzioso avvelenamento da piombo, su una scala che nessuno immaginava: uno su tre entro i 19 anni di età - 800 milioni di ragazzi - ha nel sangue livelli di piombo superiori ai 5 microgrammi per decilitro, un livello per il quale, di norma, si richiederebbe un intervento medico. Lo denuncia un rapporto - The toxic truth, la tossica verità - prodotto dall'UNICEF insieme all'organizzazione no-profit Pure Earth, che si occupa di vigilare sull'inquinamento nei Paesi in via di sviluppo. Proprio nelle aree più povere del mondo questa silenziosa epidemia dilaga, con conseguenze preoccupanti per il futuro dell'umanità.

Gli effetti su salute e tenuta sociale. L'esposizione al piombo durante l'infanzia è legata all'insorgere di problemi cognitivi di lunga durata, come disturbi dell'attenzione, riduzione del quoziente intellettivo e sviluppo di comportamenti violenti e aggressivi. Questo contaminante è ancora più pericoloso nei bambini sotto i 5 anni di età, perché il loro organismo assorbe i metalli inquinanti con maggiore efficienza, e le conseguenze sul neurosviluppo sono più durature.

Un terzo delle nuove generazioni di tutto il mondo potrebbe perdere opportunità di istruzione e apprendimento a causa dell'inquinamento da piombo, abbandonando così la possibilità di un lavoro dignitoso e di migliori condizioni economiche. Secondo il rapporto, la contaminazione da piombo potrebbe portare, nel corso della vita delle persone che ne sono affette, alla perdita di un trilione (un miliardo di miliardi) di dollari di guadagno nei Paesi a medio e basso reddito di Africa, Asia, America Latina e Caraibi dove questo problema è più diffuso.

L'aspetto economico è di certo secondario rispetto alle più urgenti ripercussioni sulla salute, ma rende l'idea degli effetti duraturi dell'inquinamento da piombo sul nostro futuro. Per Richard Fuller, presidente di Pure Earth e coautore del lavoro, il piombo potrebbe inoltre avere un ruolo nella creazione delle situazioni di instabilità e violenza che esplodono nei Paesi più poveri del mondo.

Da dove arriva? Gli autori hanno basato le loro conclusioni su analisi statistiche compilate da varie agenzie delle Nazioni Unite, inclusa l'Organizzazione Mondiale della Sanità, nonché da diverse Università e organizzazioni no-profit. Se nei Paesi industrializzati la contaminazione da piombo si è nettamente ridotta, da quando questa sostanza è stata eliminata dalla benzina e dalle vernici, in Asia, Africa, America Latina, Paesi Caraibici ed Est Europa persiste a livelli allarmanti.

La principale attività responsabile dell'avvelenamento da piombo è il riciclo delle batterie piombo-acido, cioè degli accumulatori, di auto e furgoni per soddisfare la crescente domanda di veicoli da trasporto. Nei Paesi a basso reddito questa forma di riciclo è spesso praticata in siti illegali all'aria aperta, con i fumi del piombo che contaminano aria, suolo e acqua: molte famiglie la considerano una fonte di sostentamento, ignare dei rischi che corrono i loro figli. Altri importanti fonti di contaminazione da piombo sono le attività estrattive e le vecchie tubature dell'acqua, insieme al riciclo non corretto e all'incenerimento dei nostri rifiuti elettronici, che spesso finiscono la loro vita utile nei Paesi più poveri del mondo.

20 agosto 2020 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us