Salute

Tumori: Veronesi, sovradiagnosi cancro al seno esiste, ma solo 1-2% in Italia

Con prevenzione salve 95% donne, importante anche la comunicazione con la paziente

Milano, 22 set. (AdnKronos Salute) - "La sovradiagnosi è un problema che esiste, ma che fortunatamente nel nostro Paese è molto limitato per quanto riguarda il tumore al seno", dove si attesterebbe attorno all'1-2%. Parola di Umberto Veronesi, oncologo e presidente dell'omonima Fondazione, intervenuto oggi a Milano durante la conferenza stampa di presentazione della campagna di prevenzione 'Pink is good'. Il rischio della diagnosi precoce dei tumori è infatti quello di trovare un cancro con lentissima crescita, che non si sarebbe mai manifestato durante la vita del paziente.

"Si tratta di un tema molto dibattuto negli ultimi anni - interviene Mauro Zappa, direttore dell'Osservatorio nazionale screening - Diverse agenzie internazionali si sono occupate del problema e tutte concordano che, per quanto riguarda il seno, i benefici siano superiori agli eventuali danni". Per Zappa nel nostro Paese anche il rischio di operare persone con tumori benigni è molto basso: "Parliamo di 1 su 10. In Italia c'è una capacità discriminatoria nel processo diagnostico tra le migliori d'Europa".

Veronesi insiste sui benefici della diagnosi precoce: "Oggi andiamo a cercare il tumore nelle persone apparentemente sane. Questo significa che, se è più piccolo di un centimetro, riusciamo a guarire il 95% delle donne". Per Carmine Pinto, presidente dell'Associazione italiana oncologia medica, oltre al rapporto costi-benefici, nella prevenzione è fondamentale la comunicazione con le donne e il rapporto di fiducia che si riesce a instaurare con loro.

Ogni anno in Italia si ammalano di cancro al seno circa 50 mila donne, con una mortalità sempre inferiore: "Nell'ultimo decennio il tasso di sopravvivenza nel nostro Paese è aumentato dell'1,5% all'anno - dichiara Pinto - Questo perché è cambiato l'approccio: lo screening mammografico ha ridotto del 38% la mortalità nella fascia 60-69 anni". Tra i 50 e i 69 anni le italiane dovrebbero essere invitate dal Servizio sanitario nazionale a effettuare una mammografia ogni due anni.

Secondo i dati a disposizione dell'Osservatorio nazionale screening, solo il 75% delle donne del Belpaese riceve l'invito, la maggior parte delle quali vive nel centro-nord. "Anche la partecipazione è differenziata e vede una risposta tra il 65 e il 70% al Nord, 55-60% al Centro e appena 40% al Sud", spiega Zappa.

L'area che nel 2013 - ultimo anno in cui sono disponibili i dati - ha risposto meglio è stata la provincia autonoma di Trento, con il 76% di donne che si sono sottoposte a mammografia. La Regione in coda è stata invece la Campagna, con appena il 20% di partecipazione allo screening.

22 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us