Salute

Tumori: Tarsitani, Val d'Agri non è nuova Terra fuochi nè Ilva

Provata l'assenza di emissioni pericolose

Roma, 13 apr. (AdnKronos Salute) - "La Val d'Agri non è una nuova Terra dei fuochi nè una nuova Ilva". Lo ha sottolineato all'Adnkronos Salute Gianfranco Tarsitani, già ordinario di Igiene generale e applicata dell'Università Sapienza di Roma, uno dei componenti del team di specialisti che ha indagato, con uno studio, lo stato della salute dei lavoratori Eni del Centro olio Val d'Agri di Viggiano (Pz), i cui risultati sono stati presentati oggi a Potenza.

"Non e' la stessa situazione per diversi motivi - prosegue il medico - Il Centro olio Val d'Agri dell'Eni non è una raffineria, ma è un sistema estrattivo. In secondo luogo è chiaro che questa operazione può portare al rischio di esposizione a sostanze chimiche, però c'è un monitoraggio ormai storico e continuo, e noi consulenti ci siamo affiancati per rivalidare, come garanti indipendenti, la mancanza di emissioni pericolose. E l'abbiamo provato".

"Abbiamo esaminato un primo cerchio di persone più esposte, i lavoratori - precisa l'esperto - Lo studio ha esaminato per un periodo di 15 anni un gruppo corposo di operatori controllato ogni sei mesi e ogni anno, e il dato anamnestico non ha messo in evidenza situazioni di cronicità e tumori correlabili all'attività lavorativa. Ci proponiamo di ampliare lo studio alla popolazione residente, ma in questo momento le evidenze negano un rischio per la popolazione. Certo non bisogna abbassare la guardia ma - conclude - è stata dimostrata la buona qualità dell'ambiente della Val d'Agri".

13 aprile 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us