Salute

Tumori: per oncologi Usa troppi falsi positivi, meno mammografie

Nuove linee guida Acs, poco efficaci screening ed esami palpazione per scoprire cancro seno

Milano, 21 ott.(AdnKronos Salute) - Meno mammografie per la diagnosi di cancro al seno. Lo scrive nero su bianco l'American Cancer Society (Acs) nelle sue nuove linee guida, in cui sottolinea anche l'opportunità di iniziare gli esami di controllo dopo i 45 anni - invece che 40 - e mette in discussione l'utilità del test routinario di palpazione da parte dello specialista. Per gli esperti Usa, un'attenta revisione critica della letteratura a disposizione dimostra che "la possibilità di trovare un tumore e salvare una vita è davvero molto basso", spiega Otis Brawler, direttore medico dell'Acs, citato dalla Cnn online.

Secondo gli specialisti, il problema della mammografia è che ha un tasso di falsi positivi relativamente alto. Quindi a volte le donne devono sottoporsi ad accertamenti dolorosi e che richiedono tempo, per poi scoprire che non hanno il cancro. Le probabilità di falsi positivi sono particolarmente alte per le donne sotto i 45 anni, che hanno seni più densi nei quali un eventuale tumore è più difficili da individuare su un'immagine radiografica. "Se si inizia lo screening a 40 anni, si aumenta il rischio di una biopsia inutile", ricorda Brawley che dice di conoscere persone che hanno avuto falsi positivi anno dopo anno. "I falsi positivi sono un problema enorme - avverte l'esperto - Queste donne sono così spaventate e infastidite che giurano di rinunciare alla mammografia per il resto della loro vita".

Oltre ai falsi positivi, secondo gli oncologi americani dell'Acs una mammografia può anche rendere evidente un piccolo tumore che andrà via da solo, o che non progredirà mai fino al punto da essere dannoso. Dal momento che i medici non possono prevederne l'andamento, li trattano tutti. Questo significa che alcune donne sono sottoposte a trattamenti potenzialmente nocivi, come radioterapia, chemioterapia e chirurgia, quando magari il loro cancro non avrebbe causato alcun problema, evidenzia Brawley. Secondo il 'New England Journal of Medicine', tuttavia, uno studio canadese ha esaminato 44.925 donne che si erano sottoposte allo screening. Solo 106 sarebbero state trattate 'inutilmente'.

Pur concordando con l'American Cancer Society sul fatto che la mammografia non è perfetta, alcuni sostenitori dello screening criticano le linee guida del gruppo. Prima di tutto, dicono, la società ha considerato le mammografie su lastra, che negli Stati Uniti sono state soppiantate quasi del tutto da quelle digitali, in grado di generare immagini più nitide e con un tasso più basso di falsi positivi. "E' la stessa differenza che c'è tra la tv standard e quella in alta definizione", esemplifica Therese Bevers, direttore del Cancer Prevention Center.

In secondo luogo il gruppo ha considerato efficaci solo gli screening che hanno salvato vite, tralasciando quelli che hanno permesso di scoprire il cancro prima e quindi di evitare trattamenti più drastici come chemioterapia o mastectomia.

21 ottobre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us