Salute

Tumori: Biden, collaborazione mondiale per lotta al cancro

Roma, 29 apr. (AdnKronos Salute) - Un appello all'aiuto e alla collaborazione globale nella lotta contro il cancro. A lanciarlo è il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden, intervenuto oggi alla Terza Conferenza internazionale di medicina rigenerativa in Vaticano. Il discorso di Biden ha toccato sia temi scientifici sia la sua esperienza personale di genitore che ha perso un figlio l'anno scorso proprio a causa di un tumore.

"In un certo senso potrei essere la persona meno qualificata per parlare qui oggi", ha detto il vice di Obama, "ma mi sono trovato dall'altra parte", cioè da quella di familiare di un malato. La morte del figlio maggiore Beau - riporta il 'Washington Post' - ha portato Biden alla decisione di guidare la White House Cancer Moonshot Task Force, che il presidente Obama ha annunciato all'inizio di quest'anno, proponendo lo stanziamento di un ulteriore miliardo di dollari per la ricerca sul cancro quest'anno e nel 2017.

Il vicepresidente Usa ha evidenziato che i ricercatori devono poter condividere maggiormente il loro lavoro e ha auspicato che l'avvento dei supercomputer in grado di elaborare dati a velocità fino a poco tempo inconcepibili possa portarli a nuove scoperte. Biden ha raccontato poi che il presidente Obama aveva esitato a chiamare il progetto 'Moonshot' nel timore suonasse troppo ambizioso. Ma lo sforzo ambizioso degli Usa ha già attirato l'interesse di Paesi leader come gli Emirati Arabi Uniti, Israele e Giappone.

"Sentono esattamente ciò che percepiamo noi: enormi possibilità", ha sottolineato. Biden ha infine ricordato i momenti in cui ero fra quelli che si "aggrappano alla speranza" che un nuovo trattamento sperimentale possa salvare un figlio. "Si impara e si diventa esperti quando qualcuno che adori è in pericolo," ha concluso.

29 aprile 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us