Salute

"Feto", "transgender", "basato sulla scienza": le parole proibite di Trump

Secondo il Washington Post, la Casa Bianca avrebbe chiesto al più importante organo di sanità pubblica americana di non utilizzare sette parole relative a scienza e salute nei documenti ufficiali. Se confermata, la notizia sarebbe uno schiaffo alle politiche di inclusione e di educazione sessuale.

Un colpo di spugna, come altri in passato. Secondo quanto riportato dal Washington Post, i funzionari dei Centers for Disease Control and Prevention, un importante organismo di controllo della sanità pubblica americana, avrebbero ricevuto dal governo la richiesta di non utilizzare sette parole nei documenti ufficiali per l'approvazione del prossimo bilancio annuale.

Al bando. I termini sono vulnerable, entitlement, diversity, transgender, fetus, evidence-based e science-based (vulnerabile, diritto, diversità, transgender, feto, basato sui fatti, basato sulla scienza). La notizia ancora non ufficiale proviene da una fonte del Washington Post, un analista che avrebbe partecipato a un incontro di 90 minuti con i vertici dei CDC incaricati del budget. Un portavoce del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti d'America ha invece smentito la notizia alla CNN, affermando che i CDC continueranno a svolgere le loro attività di ricerca scientifica nell'interesse dei cittadini.

Se non lo scrivi, non esiste. Se la messa all'indice fosse confermata, si tratterebbe di un grave colpo ai diritti delle minoranze sessuali negli Stati Uniti, e alle politiche di educazione sessuale. Significherebbe non poter parlare liberamente di aborto e contraccezione, di prevenzione dell'HIV, di orientamento sessuale e transizioni di genere, ma anche di malattie di come Zika e di patologie fetali. Vorrebbe dire non potersi richiamare all'evidenza scientifica, e ridurre la ricerca e i suoi risultati sempre di più a un'opinione.

I precedenti. Se fosse vero, non sarebbe la prima volta. Nei mesi scorsi, il Dipartimento della Salute americana aveva già rimosso le informazioni sulle persone LGBT dal suo sito, e questo non è l'unico settore della scienza in America che se la sta vedendo con forme di censura. Due mesi fa, il New York Times ha riferito che le informazioni relative al global warming sono state rimosse dal sito dell'EPA, l'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente negli Stati Uniti.

17 dicembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us