Salute

Tornare a sentire, attraverso la lingua

L'organo normalmente associato al gusto potrebbe in futuro sviluppare l'udito, grazie a una placca ricoperta di elettrodi e a un apposito training cerebrale.

La lingua umana può articolare parole, percepire sapori o fare pernacchie; in futuro, potrà anche udire. Almeno è ciò che sperano i ricercatori della Colorado State University, che stanno lavorando a un dispositivo che permetta alle persone sorde di utilizzare la lingua per avvertire gli stimoli sonori circostanti.

Come funziona. La protesi, una placca ricoperta di elettrodi da premere sulla parte superiore della lingua, riceve stimoli sonori via Bluetooth da una cuffia, e li converte in vibrazioni che trasmette alla superficie della lingua; il cervello impara a decodificare questi impulsi in sillabe e parole. Funziona in modo simile agli impianti cocleari, con una differenza non banale: non richiede alcun intervento chirurgico.

al cuore dell'udito. Mentre gli apparecchi acustici amplificano il suono, gli impianti cocleari aggirano le aree danneggiate dell'orecchio per stimolare direttamente il nervo acustico, mediante elettrodi che ricevono impulsi da microfoni posti all'esterno. Con il tempo, il cervello impara a convertire questi impulsi in informazioni sonore.

una strada diversa. Il nuovo dispositivo sfrutta le migliaia di terminazioni nervose presenti sulla lingua per fare lo stesso: trasmettere al cervello informazioni affinché siano convertite in segnali sonori. Non coinvolgendo il nervo acustico, non richiederebbe operazioni invasive, e potrebbe essere usato anche da chi ha il nervo acustico danneggiato (e non può utilizzare gli impianti cocleari).

un po' di esercizio. Affinché il cervello impari a convertire gli impulsi, occorrerà un training di due-tre settimane, e fino a tre mesi. La codifica dei segnali non sarà simile alla lettura di un testo in Braille, in cui si percepiscono gli stimoli e poi si pensa attivamente a decifrarli; il cervello dovrebbe imparare a codificarli automaticamente, in autonomia.

da migliorare. Certo, la piastra non sembra molto pratica da usare (né da mostrare); ma in futuro, assicurano i ricercatori, il dispositivo sarà più piccolo e invisibile dall'esterno, come una specie di apparecchio per i denti.

21 gennaio 2015 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us