Salute

Stabile il ricorso all'interruzione di gravidanza da parte delle minorenni

Tassi di Ivg da record per le donne cinesi, seguite da rumene e albanesi

Roma, 12 dic. (AdnKronos Salute) - Un fenomeno in costante declino, almeno fra le donne italiane. Nel 2012 l'Istat ha rilevato 103.191 interruzioni volontarie di gravidanza, 6.850 in meno rispetto al 2011. L'Italia, spiega il Report dell'Istituto di statistica, si conferma uno dei Paesi dell'Unione europea con il più basso livello di abortività volontaria. Nel 2012 questo tasso risulta pari a 7,6 aborti per 1.000 donne di 15-49 anni (7,8 per mille nel 2011).

Anche le differenze regionali vanno assottigliandosi nel corso del tempo: nel 2012 il valore più elevato del tasso di abortività volontaria spetta alla Liguria (10,2), quello minimo alla Provincia autonoma di Bolzano (4,3). Per avere un'idea, basti ricordare che nel 1982 la Puglia aveva un tasso pari a 26,0 e la Provincia autonoma di Bolzano a 8,7. La classe di età con il tasso di abortività più elevato è quella delle 25-29enni (12,8 per mille), ma per tutte le fasce si è registrato un declino, meno accentuato però nelle più giovani. L'incidenza dell'aborto volontario risulta inoltre più elevata tra le nubili (8,1 per mille) rispetto alle coniugate (6,5 per mille).

In questo quadro spicca il dato delle donne straniere: presentano livelli di abortività molto più elevati delle italiane e sono mediamente di due anni più giovani: le prime hanno un'età mediana di ricorso all'aborto volontario pari a circa 29 anni, le seconde di 31 anni. Tra i gruppi più numerosi di stranieri residenti in Italia, il dato risulta più alto per le donne cinesi (30,0 casi di Ivg per 1.000 donne cinesi di età 15-49 anni), seguite da rumene (22,7), albanesi (16,6) e marocchine (16,2).

Inoltre, la percentuale di Ivg ripetute è pari al 26,6% di quelle totali. In particolare, le interruzioni volontarie di secondo ordine (cioè precedute da una sola Ivg) sono il 18,7%, quelle di terzo ordine il 5,3%, mentre le restanti (di ordine superiore) sono il 2,6%.

Se guardiamo ai dati europei, il report dell'Istat colloca l'Italia al quartultimo posto in classifica, prima di Grecia, Germania e Austria. Ai primi posti troviamo invece Estonia, Bulgaria, Svezia e Romania. All'interno della Penisola, invece, le regioni con il tasso più elevato sono, oltre alla Liguria, la Puglia e l'Emilia Romagna. Dalla parte opposta della classifica troviamo Provincia di Bolzano, Veneto e Sardegna. E ancora, se il fenomeno fra le italiane è in calo in tutte le età, "risulta stabile negli ultimi anni il ricorso a ricorso all'aborto volontario da parte delle minorenni: nel 2012 si sono registrati 3,9 casi ogni 1.000 giovani di 15-17 anni".

12 dicembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us