Salute

Smog: lo scienziato, problema globale, peggiora malattie e aumenta decessi

All'inquinamento da traffico si sommano termovalorizzatori e sversamento illecito dei rifiuti

Roma, 28 apr. (AdnKronos Salute) - "Lo smog è un problema globale che può portare non solo allo sviluppo di malattie dell'apparato respiratorio e tumori per chi vive nelle aree urbane maggiormente interessate, ma è in grado di accelerare il peggioramento dei pazienti, anziani soprattutto, già in condizioni fragili. Inoltre è dimostrato il legame con l'aumento dei decessi nelle persone con cardiopatie". Lo afferma all'Adnkronos Salute Antonio Giordano direttore dello Sbarro Institute per la ricerca sul cancro di Filadelfia (Usa) e professore di Anatomia Patologica all'Università degli studi di Siena, commentando il report dell'Oms secondo cui l'inquinamento atmosferico grava come un macigno sull'economia dei Paesi Ue. Costa, infatti, 1,6 trilioni di dollari l'anno per malattie correlate e decessi prematuri (600 mila).

"L'inquinamento ambientale ha anche degli effetti oncologici - prosegue - ma quello che non deve essere dimenticato è che oltre allo smog prodotto dal traffico automobilistico ci sono altre fonti d'inquinamento che spesso sono sottovalutate anche in Ue: ad esempio i termovalorizzatori o gli sversamenti di rifiuti tossici. Bene ha fatto l'Oms a sollevare l'enorme costo dello smog per l'Ue anche in termini monetari, ma occorre intervenire. I cittadini, anche italiani, ricevono insulti ambientali ogni giorno e questo deve assolutamente finire", sottolinea Giordano, che ha da poco dato alle stampe il libro 'Monnezza di Stato' (Minerva Edizioni), scritto con il giornalista Paolo Chiariello. Il racconto del disastro ambientale, sanitario e sociale che ha sconvolto buona parte della Regione Campania 'trasformandola' nella Terra dei fuochi.

28 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us