Salute

Sesso: gli adolescenti lo fanno per noia, da esperti allarme banalizzazione

Milano, 28 ott. (AdnKronos Salute) - Rapporti 'facili' e non protetti, immagini provocanti o addirittura prestazioni 'vendute' per pagarsi la ricarica del cellulare, giovanissime che ricorrono sempre più spesso alla contraccezione d'emergenza. "In Italia gli adolescenti fanno sesso per noia, mancanza di attenzione e rispetto per il proprio corpo", sostengono gli esperti della Federazione italiana di sessuologia scientifica (Fiss), che dal Congresso nazionale congiunto Fiss-Sic (Società italiana di contraccezione) in corso a Taormina lanciano l'allarme "banalizzazione del sesso".

Per gli specialisti "il quadro è preoccupante: negli ambulatori ginecologici c'è la fila delle 15enni che chiedono la pillola del giorno dopo o l'interruzione di gravidanza - denunciano una nota - A essere vittime del sesso facile e delle scarse conoscenze sulla contraccezione sono soprattutto le ragazze che per poco, una ricarica del cellulare, una borsa o qualche euro, si prostituiscono con i coetanei". E "una realtà inquietante per chi apprende per la prima volta questo fenomeno - commenta Salvo Caruso, ginecologo, docente dell'università di Catania e past president della Fiss - Ma non fa notizia per chi lavora tutti i giorni per risolvere incidenti di percorso a cui vanno incontro gli adolescenti, in questo caso le adolescenti. Una cosa è certa: gli adolescenti fanno sesso a rischio non solo per gravidanze indesiderate, ma anche per malattie sessualmente trasmesse la cui infezione non è così pronta a dare segni di sé".

Per la Fiss questa fotografia è la prova "dell'insuccesso di progetti educativi/informativi rivolti agli adolescenti. Progetti non codificati, random, insufficienti. E' ora che nel nostro Paese si insegni nelle aule l'educazione alla sessualità e ai sentimenti come materia con crediti scolastici". E bisognerebbe anche "educare gli adulti (genitori) all'affettività verso i loro ragazzi, a trasmettere loro principi di sicurezza e di prevenzione, a essere loro più vicini".

28 ottobre 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us