Salute

Scoperti i "messaggeri" che diffondono le metastasi nei linfomi aggressivi di pazienti pediatrici

Una ricerca italiana ha evidenziato l'importante ruolo di vescicole emesse da cellule tumorali e circolanti nel sangue dei piccoli pazienti affetti da linfoma anaplastico.

Alcune recenti ricerche condotte su diversi tipi di tumori solidi dell'adulto hanno mostrato come gli esosomi (minuscole vescicole rilasciate dalle cellule tumorali e immesse in circolo nel sangue) contengono proteine e materiale genetico e questi ultimi possono essere trasferiti a cellule sane che si trovano anche lontane dal tumore, favorendo la progressione della malattia.

Lo studio. In particolare, i risultati di uno studio coordinato dalla ricercatrice Lara Mussolin del Dipartimento di Salute della Donna e del Bambino dell'Università di Padova, pubblicato su Cancer Communications, hanno rivelato il ruolo fondamentale che gli esosomi circolanti nel flusso sanguigno dei piccoli pazienti affetti da linfoma anaplastico hanno nella diffusione delle metastasi. Questo importante risultato è stato reso possibile dal sostegno di Fondazione AIRC.

Il linfoma anaplastico a grandi cellule (ALCL) fa parte dei linfomi non-Hodgkin (LNH) dell'età pediatrica, un insieme eterogeneo di malattie che possono presentarsi clinicamente anche in forma acuta e aggressiva, in cui una frazione ancora consistente dei pazienti che non risponde alla terapia può avere ricadute e non guarire, nonostante i miglioramenti nei tassi di cura ottenuti negli ultimi anni.

«In un gruppo di pazienti, dopo la diagnosi di linfoma anaplastico a grandi cellule e prima dell'inizio delle terapie, abbiamo analizzato, con la tecnica di small-RNA sequencing, il carico di piccole molecole, chiamate microRNA, che si trovavano negli esosomi del plasma», spiega Lara Mussolin.

Un aumento. Le analisi bioinformatiche hanno evidenziato un significativo aumento di queste piccole molecole (chiamate miR-122-5p) negli esosomi plasmatici dei pazienti con stadio avanzato di malattia.

Esperimenti successivi hanno dimostrato che ciò può favorire la creazione di una "nicchia" pre-metastatica che risulta accogliente per le cellule tumorali, promuovendo così sia l'aggressività della malattia sia la disseminazione delle cellule tumorali di linfoma anaplastico a grandi cellule.

«Abbiamo notato», sottolinea Lara Mussolin, «che il miR-122-5p non è presente nella biopsia del tumore primario dei pazienti, né nelle linee cellulari di ALCL, mentre si trova in abbondanza nel fegato. Questi dati ci hanno fatto capire che gli esosomi arricchiti di miR-122-5p, che hanno un ruolo importante nella diffusione delle metastasi, non derivano però direttamente dalle cellule tumorali. Queste scoperte, che ci dicono quanto il processo metastatico sia complesso da capire e decifrare, potranno contribuire allo sviluppo di terapia più precise e mirate contro questo tipo di cancro».

Lo studio è stato condotto a Padova, nei laboratori dell'Istituto di ricerca Pediatrica Città della Speranza dal gruppo della Dr.ssa Mussolin, in particolare dalle dott.sse Carlotta C. Damanti, Lavinia Ferrone e Federica Lovisa, e in sinergia con il gruppo di Genomica Computazionale del Dipartimento di Medicina Molecolare guidato dalla Prof.ssa Stefania Bortoluzzi e dal dott. Enrico Gaffo.

13 aprile 2023 Focus.it
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us