Salute

Scoperta la causa della dislessia?

Secondo una nuova ricerca pubblicata su Science, un problema di connessioni cerebrali sarebbe all'origine della difficoltà dei dislessici nella lettura, nell'elaborazione del linguaggio parlato e quindi nell'apprendimento.

Fino a oggi si è ipotizzato che la dislessia - disturbo neurologico caratterizzato da difficoltà di lettura e scrittura - fosse causata dall'incapacità del cervello di decodificare determinate ed elementari rappresentazioni fonetiche (i suoni) del linguaggio (per esempio la lettera b o la d).

Un nuovo studio, invece, ipotizza che alla base di questo disturbo ci sarebbe una scarsa comunicazione tra le diverse aree del cervello deputate all'elaborazione del linguaggio.

Test linguistici
Bart Boets dell’Università Cattolica di Leuven (Belgio) ha recentemente pubblicato sulla rivista scientifica Science il risultato del suo esperimento basato su una serie di test linguistici su ripetizioni e comprensione di fonemi su 45 soggetti, dei quali 23 dislessici. Utilizzando la risonanza magnetica per vedere le immagini in 3D dell'attività cerebrale, il ricercatore ha rilevato che il grado di connettività tra le regioni deputate al linguaggio era diverso nei due gruppi: nei dislessici, infatti, risultava più scarsa la comunicazione tra regione frontale e regione temporale.

Nuove cure
Secondo Guinevere Eden del Centro per lo Studio dell'apprendimento presso la Georgetown University di Washington DC «questo studio è importante per elaborare nuove strategie di intervento per correggere la dislessia». Aggiunge Boets: «Si potrebbe intervenire con interventi comportamentali, ma si potrebbero anche utilizzare tecniche di stimolazione cerebrale non invasive, come la stimolazione magnetica transcranica (tecnica non invasiva di stimolazione elettromagnetica del tessuto cerebrale).

I numeri
La dislessia colpisce dal 5-10% della popolazione di Regno Unito e Stati Uniti. In Europa, tra i bambini con disturbo dell’attenzione, i dislessici rappresentano una percentuale compresa tra il 33 e il 45%. Secondo l'Associazione italiana dislessia, in Italia si contano 350 mila alunni italiani dai sei ai 18 anni.

11 dicembre 2013 Fabrizia Sacchetti
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us