Salute

Sanità: violenza su medici a Napoli, senza cartellino contro ritorsioni

Ordine dei medici del capoluogo campano presenta campagna contro le aggressioni

Roma, 30 giu. (AdnKronos Salute) - "I miei medici? Sono costretti a girare senza cartellino identificativo per evitare ritorsioni". Così Ernesto Esposito, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, racconta la realtà che si vive in alcuni ospedali napoletani di frontiera. Strutture come il San Giovanni Bosco o il Loreto Mare, note per le continue aggressioni ai medici di pronto soccorso. Elementi emersi nel corso della conferenza stampa di ieri all’Ordine dei medici di Napoli, organizzata dare il via all’iniziativa 'Stop alla violenza sui camici bianchi', slogan stampato sulle 'pettorine antiproiettile' distribuite ai medici di pronto soccorso e agli operatori del 118.

"Nelle aggressioni agli operatori sanitari, medici o infermieri - ha detto il presidente dell'Ordine provinciale, Silvestro Scotti - quello che più mi preoccupa oggi, a parte l'atto inaccettabile di violenza, è il pensiero del cittadino che osserva chi aggredisce. Bisogna riuscire a comunicare che non si può solidarizzare con chi aggredisce un camice bianco. Perché il medico è il garante del diritto costituzionale alla salute. La sua difesa è compito anche della società civile".

Al fianco dei medici anche il Cardinale Sepe, che ha manifestato il suo personale sostegno con una lettera inviata al presidente Scotti.

30 giugno 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us