Salute

Sanità: più competenze a infermieri, in Svizzera comitato per cambiare legge

Progetto interpartitico per prestazioni rimborsabili da assicurazioni anche senza mandato medico

Berna, 22 mag. (AdnKronos Salute/Ats) - Rivalutare il ruolo degli infermieri, concedendo loro maggiore autonomia e più responsabilità nelle decisioni relative al paziente. Con questo obiettivo in Svizzera è nato un comitato interpartitico composto da politici di vari schieramenti (Udc, Ppd, Plr, Ps e Verdi), concordi nel sostenere una modifica ad hoc della legge sull'assicurazione malattia (Lamal).

Un adeguamento legislativo che nasce da un'iniziativa parlamentare del consigliere nazionale Rudolf Joder (Udc/Be), e mira a permettere ai professionisti del settore di prendersi cura dei pazienti senza che sia sempre necessaria una prescrizione medica. Si punta anche a valorizzare lo status professionale degli infermieri e ad accrescere l'attrattiva delle professioni sanitarie. L'iniziativa parlamentare chiede che le prestazioni di cura siano suddivise nella Lamal in 2 diversi settori: uno di responsabilità propria e uno di corresponsabilità. In questo modo, in futuro non sarebbe più necessario un mandato medico perché le casse malattia si facciano carico di prestazioni specificatamente infermieristiche, spiega una nota del comitato 'Gli infermieri non sono ausiliari'.

La Commissione della sicurezza sociale della Camera del popolo ha espresso in aprile parere favorevole e ha inviato la proposta in procedura di consultazione fino al 14 agosto. Nelle intenzioni della Commissione, sarà il Consiglio federale a definire a livello di ordinanza quali prestazioni infermieristiche saranno esentate dalla prescrizione medica. Pierre Théraulaz, presidente dell'Associazione svizzera e infermiere e infermieri, in un comunicato si è detto soddisfatto: "La revisione della Lamal incentiverà un numero maggiore di giovani ad abbracciare la professione e svilupperà nuovi modelli di cura".

22 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us