Salute

Sanità: Oms, mai così elevati i bisogni da emergenze umanitarie

Necessari oltre 2 miliardi di dollari per garantire assistenza in 30 Paesi

Roma, 7 apr. (AdnKronos Salute) - I bisogni sanitari dovuti alle emergenze umanitarie non sono mai stati così elevati. E' l'allarme lanciato dall'Organizzazione mondiale della sanità che quantifica il bisogno di fondi, per la stessa organizzazione e gli enti associati, in 2,2 miliardi di dollari per poter offrire quest'anno i servizi sanitari indispensabili a più di 79 milioni di persone in una trentina di Paesi a fronte di situazioni di emergenze di lunga durata, secondo il Piano d'interventi umanitari Oms 2016 pubblicato nei giorni scorsi.

L'agenzia delle Nazioni Unite collabora infatti con le organizzazioni associate per assicurare servizi d'urgenza, in particolare per la fornitura dei farmaci essenziali, dei vaccini e trattamenti per malattie come colera, morbillo, spesso in condizione di estrema difficoltà. Anche "i rischi sanitari legati alle situazioni d'urgenza non sono mai stati così elevati", spiega Bruce Aylward, direttore esecutivo ad interim del settore 'Fiammate epidemiche e urgenze sanitarie' Oms. "E la situazione si aggrava. L'impatto crescente dei conflitti prolungati, delle migrazioni forzate, del cambiamento climatico, dell'urbanizzazione non pianificata e dell'evoluzione demografica fa sì che le situazioni d'emergenza sanitaria divengano sempre più frequenti".

In Siria, per esempio, l'Oms cerca fondi per garantire i servizi sanitari necessari a 11,5 milioni di persone. E sono necessari fondi anche per far fronte alle necessità di 6,8 milioni di persone minacciate dalla peggiore siccità che colpisce l'Etiopia, dove una della priorità è salvare 400 mila bambini. Ma l'ente ginevrino dovrà rispondere anche alle nuove emergenze come quelle create da ciclone Winston alle isole Fiji a febbraio, le fiammate di malattie infettive come Zika e la febbre gialla in Angola.

7 aprile 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us