Salute

Sanità: Oms, Europa è 'malaria free', prima al mondo con zero casi nel 2015

L'annuncio in vista della Giornata mondiale ma resta rischio di importarla da Paesi endemici

Milano, 20 apr. (AdnKronos Salute) - "Zero casi nel 2015. L'Europa è 'malaria free'". Lo annuncia l'Organizzazione mondiale della sanità in vista del World Malaria Day 2016 (lunedì 25 aprile), spiegando che la Regione europea è "la prima al mondo ad aver fermato la trasmissione della malattia" nel suo territorio. Il numero di casi 'indigeni' è stato azzerato, crollando dai 90.712 contagi che si registravano nel 1995 a nessuno nel giro di due decenni.

Il Vecchio continente centra così l'obiettivo di sconfiggere la malattia, che si era posto proprio per il 2015, dando il suo contributo al raggiungimento di una meta ancora più ambiziosa, cioè l'eliminazione totale della malaria. Per questo traguardo, avverte però l'Oms, si deve continuare con il lavoro di prevenzione. E anche l'Europa non è definitivamente al sicuro. Anche perché, "finché non sarà eradicata a livello globale, le persone che viaggiano da e verso Paesi endemici possono in qualunque momento reimportare la malattia in questa regione", puntualizza Zsuzsanna Jakab, direttore generale Oms per l'Europa. Gli sforzi del Vecchio continente per liberarsi dalla malaria sono stati finanziati da partner chiave.

Essere riusciti a piantare la bandiera 'malaria free' sui propri territori "è una pietra miliare nella storia della salute pubblica in Europa, così come nella lotta in corso a livello mondiale", commenta Jakab. "Plaudo a questo traguardo come risultato di un forte impegno politico messo in campo dai leader europei con il supporto dell'Oms. Ma questo - ammonisce - non è solo il momento di festeggiare il nostro successo: è anche l'opportunità di mantenere saldamente la condizione che abbiamo faticosamente raggiunto". Per evitare che lo spettro della malaria torni ad agitarsi sulla regione europea "dobbiamo mantenere il buon lavoro al fine di impedire la reintroduzione della malattia". (segue)

20 aprile 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us